energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Roma travolta, trionfo viola: bastano ventuno minuti per tre magici gol Sport

Roma- Ventuno minuti, ovvero metà primo tempo, quello che basta alla Fiorentina per portarsi sul 3-0 e chiudere sostanzialmente il discorso qualificazione all’Olimpico contro la Roma. Il risultato matura grazie ai gol di Gonzalo Rodriguez su rigore, poi Alonso e Basanta, ma a far vibrare i cuori ancora un super Salah con una traversa, palo e una prestazione da incorniciare.

Una Roma invece in ginocchio travolta dall’uragano viola sotto i fischi dei suoi tifosi che lasciano la Curva a metà primo tempo con Ljajic espulso anche nel finale. Garcia rinuncia a Totti ed opta per un tridente veloce con Ljajic a guidare l’attacco giallorosso. Il problema della Roma però è tutto nella testa, non solo nel cuore. La squadra è oramai come inesistente.

Tutto confermato nella Fiorentina, Montella disegna una squadra perfetta per equilibrio ed intensità, con Babacar e Salah in attacco, un Salah che quando accelera mette paura. Mati Fernandez protagonista di una partita di altro spessore, Neto che conferma quanto alto sia il suo livello di gioco e Rodriguez perfetto nelle chiusure e nei tempi di gioco. In mezzo al campo c’è Badelj in cabina di regia, in difesa c’è Savic dal primo minuto, purtroppo nuovamente infortunato in corso di partita.

La Fiorentina parte subito forte, già al 4′ i viola sono pericolosi con un sinistro da fuori di Salah, alto di poco, ma è all’8° del primo tempo che passa in vantaggio grazie al calcio di rigore realizzato da Gonzalo Rodriguez. L’arbitro fa battere due volte il rigore perché Babacar era entrato in area, ma l’argentino cambia angolo e segna di nuovo. Rigore sviluppatosi per un fallo di Holebas su Mati Fernandez e inevitabilmente il penalty viene assegnato dal turco Cakir, realizzato dall’argentino. La Roma sfiora il pareggio con un colpo di testa di Torosidis su angolo di Florenzi, ma la Fiorentina e’ scatenata e trova il raddoppio al 17′ del primo tempo con Marcos Alonso su errore madornale di Skorupski che nel tentativo di non concedere un corner, scivola e lascia il pallone, Alonso ne approfitta e mette in rete a porta vuota per il 2-0. Per la Roma è nel buio totale, Pjanic cerca di inventare qualcosa, Ljajic non riesce ad essere cinico e Iturbe con Yanga-Mbiwa confermano purtroppo le prestazioni viste fino ad oggi.

All’Olimpico una serata incredibile per Fiorentina che non si accontenta, vuole con tutte le sue forze questa qualificazione e al 20′ trova il gol del 3-0 con Josè Maria Basanta, il tutto sugli sviluppi di un corner battuto da Mati, l’argentino solo sale in alto e sigla il 3-0 gigliato. Sotto di tre gol la Roma scompare ancora di più se si può, non riuscendo ad avere nessuno slancio se non un paio di tiri da fuori di Ljajic come al 27′, quando il giocatore si trova solo davanti al portiere viola, cerca il guizzo per l’ 1-3 ma fallisce, con Neto che sbarra la porta. Poco dopo un tentativo di Florenzi anche questo finito male. Al 40′ primo cambio per la squadra di Montella, esce Savic che si fa male nel corso di un intervento (probabile riacutizzarsi dei problemi muscolari patiti in settimana) ed entra Tomovic. Giallorossi allo sbando, ed i tifosi della Sud lasciano lo stadio. Una feroce contestazione da parte dei tifosi della Roma che nel corso della parte finale del primo tempo dopo il gol dello 0-3 firmato da Basanta, hanno inziato prima a lanciare fumogeni e poi, pian piano, ad abbandonare la loro postazione, appendendo uno striscione di contestazione. Adesso alla Roma servirebbero quattro gol per passare il turno.

Dopo aver dominato il primo tempo, la Fiorentina torna in campo e gestisce anche la ripresa da padrona. Sfiora più volte il gol con un Salah faraonico: prima con un’accelerazione strepitosa,50 metri palla al piede ed una traversa (sarebbe stato un gol da incorniciare), poi dopo aver spiazzato mezza difesa giallorossa, serve un gioiellino per Babacar che però manda sul palo.

Finisce cosi la partita tra Roma e Fiorentina con uno stadio spaccato tra la contestazione giallorossa, con i giocatori sotto la curva Sud e i tifosi inferociti che gridano tutto il loro disprezzo. Dall’altra parte il patron viola Andrea Della Valle sceso sul manto erboso dell’Olimpico a prendersi cori ed applausi meritati da una tifoseria innamorata sempre di più della sua Fiorentina. Appuntamento alle ore 23:45 alla stazione campo di Marte di Firenze quando la squadra gigliata farà il suo rientro in città e non stentiamo a credere sarà accolta da una standing ovation.

Formazioni Ufficiali:

ROMA (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, De Rossi, Keita; Florenzi, Ljajic, Gervinho. A disp: De Sanctis, Cole, Astori, Iturbe, Paredes, Totti, Verde

FIORENTINA (3-5-2): Neto; Savic, Gonzalo Rodriguez, Basanta; Joaquin, Borja Valero, Badelj, Mati Fernandez, Alonso; Salah, Babacar. A disp: Lezzerini, Pasqual, Tomovic, Vargas, Aquilani, Ilicic, Gome

Print Friendly, PDF & Email

Translate »