energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Romagna-Toscana, a Santa Sofia in scena l’incantamento dei buskers Breaking news, Turismo

Santa Sofia – Chiusura col botto, ieri sera a Santa Sofia, nel cuore dell’Appennino tosco-romagnolo, per la 28esima edizione del Festival internazionale di arti performative, musica e circo teatro “Di strada in strada” che ha visto circa 20.000 presenze durante le 5 serate (1 a Spinello 1 a Corniolo) piene di eventi e spttacoli straordinari. Il finale della 28^ edizione, intitolata “D’incantamenti e Incanatatori”, ha visto il suo apice  il 13-14-15  nelle vie del paese di Santa Sofia e lungo il fiume, con  l’istallazione MANOVALIE dell’artista Angelo Toschi, enormi mani che evocano il ricordo delle lavandaie e degli operai che dal fiume traevano le pietre per costruire.

La manifestazione, organizzata da Pro Loco Santa Sofia con il comitato RIAS, cresce di anno in anno. Quest’anno,  ben 5 giornate di spettacoli, che sono iniziati l’11 agosto nella frazione di Spinello, per spostarsi il 12 a Corniolo e, dal 13 al 15, scendendo finalmente a Santa Sofia. La manifestazione si conferma come l’evento clou dell’estate santasofiese e ne è ulteriore prova il recente finanziamento ottenuto dalla Pro Loco Santa Sofia, tramite  fondi regionali.

“Siamo veramente orgogliosi e felici di avere conseguito questo importante riconoscimento, segno che il nostro amato festival “Di strada in strada” viene notato non solo nella nostra provincia” dice il presidente della Pro Loco Santa Sofia Marco Berti.

“Il festival nel corso degli anni è infatti cresciuto sempre di più a livello artistico, passando da un Festival Buskers ad una kermesse delle più svariate arti di strada: teatro, circo-teatro, musica, giocoleria. Il Festival riesce a trasformare completamente il paese di Santa Sofia e vede il forte coinvolgimento non solo dei numerosi volontari, ma anche degli esercenti locali che con il loro contributo permettono alla Pro Loco di svolgere altre manifestazioni durante tutto l’arco dell’anno”, spiega Berti.

“A Santa Sofia, durante la settimana di ferragosto, si respira un’aria di festa internazionale – dice l’assessora alla Cultura Isabel Guidi – gli artisti, provenienti da tutto il mondo, portano un alone di curiosità che incanta sia i santasofiesi, sia i numerosi turisti che giungono in paese proprio per assistere agli spettacoli. Grazie alla Pro Loco, il nome di Santa Sofia e il Festival di Arti performative sono legati a doppio filo e danno vita ad un evento ad alta riconoscibilità, dall’alto valore di promozione culturale e di aggregazione sociale”.

Nella settimana di Ferragosto oltre 40 artisti hanno animato le serate del festival: dalla musica al circo teatro, dalla clowneria alla giocoleria, incantando spettatori di ogni età. Le serate dell’11 e 12 agosto, rispettivamente a Spinello e Corniolo, sono state  ad ingresso gratuito, mentre a pagamento quelle dal 13 al 15 agosto, a Santa Sofia.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »