energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Rossi sul bollo auto: niente più Regioni di serie A e serie B Notizie dalla toscana

«A 150 anni dall’unità d’Italia – ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi – non devono più esistere italiani di serie A e di serie B. Mi auguro che la direzione presa dal Governo sia questa, e che vada fino in fondo». Il Governatore è intervenuto oggi, 21 dicembre, per commentare l’abrogazione della norma, contenuta nel decreto cosiddetto SalvaItalia, per la quale venivano stabilite diverse tariffe rispetto alle Regioni a statuto ordinario per l’immatricolazione delle auto nelle Regioni a statuto speciale e nelle Province autonome di Trento e Bolzano. «Questa norma – ha ricordato Rossi – avrebbe fatto sì che Arval (un’azienda francese di autonoleggi) si trasferisse da Scandicci a Trento per risparmiare sui costi di immatricolazione e bollo. La Toscana ci avrebbe rimesso 500 posti di lavoro e 40 milioni di entrate». Grazie all’accoglimento dell’emendamento, per il quale lo stesso presidente della Regione si era battuto in occasione della Conferenza delle Regioni, la Toscana non perderà le circa 40.000 immatricolazioni di automobili all’anno che consentono alla Regione di poter contare sul ricavato delle imposte di bollo. «Regioni a statuto speciale e Province autonome – ha concluso Rossi – non hanno più senso».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »