energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ruba due biciclette e finisce ai domiciliari Breaking news, Cronaca

Firenze – E’ costato caro a un 52enne il furto di due biciclette, una mountain bike e una da passeggio, fatte sparire da una cantina di un condominio in zona Canova dopo che era stato rotto il cilindro che garantiva la chiusura della porta a chiave. Nel rito direttissimo svoltosi questa mattina al tribunale di Firenze il giudice ha disposto per l’uomo, già peraltro conosciuto dalle forze dell’ordine, la misura degli arresti domiciliari. Il 52enne è stato colto in flagranza dai militari dell’Arma prontamente intervenuti a seguito delle indicazioni ottenute da alcune persone che avevano assistito alla scena a distanza. I Carabinieri della Compagnia Oltrarno sono riusciti subito a risalire alla targa del mezzo utilizzato per compiere il furto, risultato poi in uso all’arrestato, e poco dopo anche al 52enne bloccato dopo essere appena rientrato verso casa con ancora le due biciclette nel portabagagli del veicolo. Le biciclette sono state restituite ai legittimi proprietari e l’uomo arrestato per furto aggravato.

Dovrà invece presentarsi alla Polizia Giudiziaria il georgiano di 25 anni arrestato dai Carabinieri del Comando Stazione di Sesto Fiorentino per aver tentato di rubare  capi di abbigliamento nel negozio “Decathlon” di via Petrosa. L’uomo, anche lui già conosciuto dalle forze dell’ordine, era stato notato dal personale addetto alla sicurezza circolare tra i reparti con fare sospetto, rompere e strappare con una pinza e una cesoia le placche antitaccheggio di alcuni capi di abbigliamento sportivo prelevati dagli scaffali espositivi e infine occultarli  all’interno del proprio zaino. La speranza era quella di non essere stato visto e, soprattutto, che il trucco di nascondere gli oggetti fosse passato inosservato. Invece aveva fatto male i suoi conti perché le sue mosse non erano passate inosservate. La vigilanza l’ha prima fermato e poi consegnato ai militari, i capi del valore di un centinaio di euro sono stati restituiti al negozio. M.Z., in passato già autore di reati del genere, è stato arrestato per furto aggravato: il giudice del rito direttissimo per lui ha disposto l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »