energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Rubano scarpe, vestiti e occhiali: arrestati a Borgo S. Lorenzo e Campi Breaking news, Notizie dalla toscana

Borgo San Lorenzo – Avevano notato movimenti strani di alcuni clienti all’interno dell’emporio e per questo hanno pensato bene di tenerli d’occhio. I sospetti si sono rivelati fondati quando uno di questi ha superato le casse, senza fermarsi, provocando il suono dei sistemi antitaccheggio. Così gli addetti alle vendite di “Scarpamondo”, appena fuori il centro abitato di Borgo San Lorenzo, hanno chiamato i Carabinieri della vicina stazione di Ronta che hanno subito identificato i malfattori: due donne georgiane, la prima di trenta e l’altra di ventotto anni, che volevano portarsi via due paia di scarpe a testa. Con loro è stato controllato anche  un uomo di quarantadue anni che le attendeva all’esterno del negozio nei pressi di un’auto. Il terzetto si era reso autore nei mesi scorsi di furti in esercizi commerciali del territorio. I militari però hanno pensato di approfondire i controlli e all’interno della vettura, occultati sotto il sedile del passeggero e avvolti in carta, hanno trovato cinque occhiali nuovi che erano stati sottratti poco prima dall’ottico “Key O” di Scarperia, posto sulla stessa strada di Scarpamondo. Le operazioni hanno consentito inoltre di rinvenire due zaini, schermati al loro interno per eludere i sistemi antitaccheggio, e una tronchese utilizzata per rimuovere i dispositivi di allarme. I tre sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. La refurtiva è stata restituita ai proprietari, tranne le scarpe. Dopo l’intervento dei militari sono state pagate dalle due donne.

A Campi Bisenzio invece i Carabinieri sono intervenuti ai Gigli e hanno denunciato a piede libero una peruviana di 26 anni per furto. La donna, dopo essere entrata nel centro commerciale, si è infilata nella borsa capi d’abbigliamento per un valore di oltre 400 euro. Le sue mosse però non sono passate inosservate alla vigilanza che le hanno segnalate ai Carabinieri, prontamente intervenuti, i quali l’hanno poi fermata recuperando le refurtiva e restituendola agli aventi diritto.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »