energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ruralia 2013, la campagna fa festa Società

Per chi vuole uno sguardo d'insieme delle eccellenze agricole toscane e della sua cultura dalle radici raffinatamente contadine, non può mancare all'appuntamento con Ruralia, la festa dell'agricoltura e della campagna, anches e si tratta di sfidare il maltempo.  

Quattro gli spazi principali nei quali è articolata “Ruralia”. Si comincia con “I pratoni” all’ingresso principale, la zona a cura dell’Arat (Associazione regionale allevatori toscani) dove saranno allestite mostre-vetrine di bovini da carne, ovini, suini, cavalli, asini, muli, colombi rari (sia italiani che stranieri), razze pregiate e rare di pollame, conigli. Per i bambini la possibilità di fare una “passeggiata” in sella a un mulo o a un asinello. Sempre nell’area “I pratoni” si trova il mercato a “Chilometro Zero” dove assaporare e acquistare le primizie di stagione prodotte nel territorio provinciale. Oltre a questo, saranno visibili anche i mezzi utilizzati dai Consorzi di Bonifica della Toscana Centrale e dell’Area fiorentina, che a Pratolino illustrano le loro attività per la difesa del suolo, la tutela dell’ambiente, della biodiversità e della qualità delle acque. Nei pratoni di Villa Demidoff si trova anche l’area ristorazione con i prodotti tipici del Mugello. E in ambito di filiera corta, nei “pratoni” si potrà toccare con mano la filiera corta dell’energia, con la presentazione, a cura di Agenzia Fiorentina per l’Energia, di un impianto mini-eolico a cura della società Windkinetik Wind System di Sesto Fiorentino.

Passeggiando per il sentiero principale di Pratolino, si arriva alla “Locanda”, zona B di Ruralia, dove sarà allestito il “borgo degli antichi mestieri”, con mastri cestai, trottolai, scalpellini, cuoiai, vetrai, ferrai da cavallo e molto altro. Sempre in quest’area, si potranno vedere funghi e frutti di bosco a cura del Centro regionale di Coordinamento per la micologia/Ispettorato micologico Asl 10 e del Gruppo Micologico Micheli di Firenze. Nel pomeriggio di sabato 25 maggio, dalle 15 alle 16, esibizione itinerante dei Maggiaioli.

Dalla Locanda si arriva alla zona C, quella delimitata da “Limonaia, fagianeria e voliera” dove, per i più coraggiosi, è visibile una mostra di rettili esotici e di rettili ed anfibi tipici delle nostre campagne, a cura della Fondazione Malenotti, del museo di storia naturale dell’Università di Firenze e del dipartimento di Biologia Evoluzionistica dell’Università di Firenze. Sarà anche aperto al pubblico il Centro erpetologico di Villa Demidoff. Visibile anche una mostra mineralogica e degli strumenti antichi del minatore.

Nel pratone ai piedi del Gigante dell’appennino, la zona D, l’Area delle Istituzioni, con mostra ed esibizione di piccioni “volantini da palco”, stand informativo sulle varie tipologie di pesca e divulgazione relativa all’incubatoio ittico provinciale e sulla fauna ittica tipica dell’area fiorentina, così come del mondo della caccia. Sempre nell’area delle istituzioni, sabato mattina (ore 11.00) convegno a cura dei consorzi Agriambiente Mugello e Futa Le-Ener su produzione e uso del legno cippato.

Info e orari: Ruralia si tiene sabato 25, in orario 10-22 (per consentire anche di cenare a Pratolino), e domenica 26, dalle 10 alle 20. Il parco Mediceo di Pratolino, sulla via Bolognese, è ben collegato anche con i mezzi pubblici Ataf&Linea.
Enti organizzatori: Provincia di Firenze, Associazione regionale allevatori, Unione dei Comuni Fiesole-Vaglia. Con il patrocinio della Regione Toscana e in collaborazione con il Parco Mediceo di Pratolino.
Fra gli enti che espongono a “Ruralia”: Cia, Coldiretti, Agenzia Fiorentina per l’Energia, Windikinetic Wind System, Incas93 e Maison Bio, Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale, Consorzio di Bonifica Area Fiorentina, Ispettorato Micologico Asl 10, Gruppo Micologico P.A. Micheli di Firenze, Centro erpetologico di Villa Demidoff, Club italiano del colombacciom, Fipsas, associazioni venatorie riunite Atc4 e Atc5, AIC Toscana Onlus (associazione celiachia), Consorzio Futa Le-Ener e Agriambiente Mugello.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »