energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sabato 2 novembre Idee per la sera, Spettacoli

Festival di Massa Marittima
Parte ufficialmente venerdì la prima edizione di Novembre Grosso, il festival dedicato alla cultura, all’arte, all’ambiente e all’enogastronomia della Maremma Toscana, ospitato nello splendido borgo di Massa Marittima.
Un mese intero di eventi – la maggior parte dei quali gratuiti – tra cortei storici, concerti, escursioni, degustazioni, cene, visite ai musei, ai siti archeologici e geo-minerari.
A dare il via alla manifestazione, nella sala dell'Abbondanza, una serata speciale con le parole e le note di Simone Cristicchi: sarà il giornalista Rai Alberto Severi a condurre la conversazione col noto musicista, che da tempo ormai ha legato la sua professione ed i suoi affetti a questo angolo di Toscana. Tra una domanda e l’altra, Cristicchi, eseguirà alcuni dei suoi brani più conosciuti, accompagnato da due musicisti.
La cerimonia d’inaugurazione di Novembre Grosso avverrà alle ore 21, nella sala dell’Abbondanza, con i saluti del sindaco e degli assessori del Comune di Massa Marittima, nonché del presidente della Cooperativa Colline Metallifere, ideatrice dell’evento. Gli appuntamenti continueranno poi sabato 2 novembre. La mattina sarà dedicata alla cultura con la visita all'abitato etrusco del Lago dell'Accesa e al Museo Archeologico con una guida d'eccezione: il Professor Giovannangelo Camporeale, uno dei più grandi etruscologici italiani. Alle 17, sempre al Museo Archeologico, ancora la storia protagonista con "La musica perduta degli etruschi": l’evento nasce dall’incontro tra un’etruscologa, Simona Rafanelli, direttrice scientifica del Museo archeologico di Vetulonia, e un musicista, Stefano Cocco Cantini, sassofonista di fama internazionale e direttore artistico del Grey Cat Jazz Festival. L’incontro sarà accompagnato dalla simpatia e dall'accento fiorentino di Daniela Morozzi, attrice e volto noto della fiction "Distretto di Polizia". La giornata si concluderà alle 21 nella sala S. Bernardino con il concerto dei “Outro Lado”, musica d'autore brasiliana con Beppe Fornaroli alla chitarra e Barbara Casini alla voce. Per domenica 3 novembre, alle 10 è in programma un originale appuntamento dedicato ai più piccoli: al Museo Archeologico i bambini dagli 8 ai 12 anni dovranno aiutare una donna etrusca smemorata a ricordare la propria vita in un divertente gioco a squadre. Alle 15, sempre al Museo Archeologico, sarà il momento del Simposio Etrusco: un banchetto arricchito con le pietanze e gli oggetti da tavola tipici dell'epoca, illustrato da un esperto. A partire dal primo pomeriggio, in Piazza Duomo sarà allestito il braciere per le caldarroste, a cura della Pro Loco, tra gli stand dei produttori enogastronomici della zona; per i vicoli del borgo saranno inoltre presenti bancarelle con dolci e prodotti a base di castagne. Sarà presente inoltre il vinattiere che preparerà per tutti calici di vino etrusco da assaggio.

Tender Club

via Alamanni, 4 – Firenze – ingresso gratuito
WINSTONMCNAMARA
in concerto + after-show dj-set: Fulci + Beke_Bauer Dj

Un artista multimediale? Un perfomer psichedelico? Un polistrumentista e compositore? Winstonmcnamara (all’anagrafe Francesco Paolo Chielli) e tutto questo e molto altro. Pioniere dell'indie rock italiano, ha militato per due di lustri abbondanti in quella meraviglia di gruppo chiamata Yuppie Flu: chitarre, tastiere e anche un po' di voce. Winstonmcnamara è il nome che ha scelto per l’esordio da solista, inaugurato nel 2009.

Sabato 2 novembre è sul palco del Tender per farci ascoltare l’ultimo album “Stato Solido”, analisi critica dell'Italia dei nostri giorni in cui l'autore si impossessa dei pensieri, delle emozioni, e dei ricordi delle persone per tracciare un quadro iperrealista di disarmante luciditaà. Il disco è stato composto in gran parte dal vivo con l'ausilio di strumenti elettronici esclusivamente a stato solido, (campionatori, synth analogici, drum machines, theremin) miscelati a strumenti tradizionali (chitarra e percussioni), che il nostro suona tutti insieme in modo abbastanza acrobatico.

Winstonmcnamara ha all’attivo anche una graphic novel dal titolo “+1”, performance e sonorizzazioni dal vivo, il format dell'aperitivo situazionista – una sorta di concerto durante il quale cucina a km zero – “Il ferrone talent show”, un talent per famiglie che si tiene ogni due anni nelle campagne marchigiane, la raccolta “Silenzio Assenzio” ispirata alla storia e alla politica italiana ed il concept album di “rock elettronico geolocalizzato” ispirato alla costa marchigiana, dal titolo “Amore e iodio”, dove ogni canzone è seguita dalle coordinate geografiche esatte del luogo a cui è ispirata.

Cenacolo dei Giovani
Fincostassù
ovvero
Il 4 novembre 1966, a Firenze, l'era parecchio ma parecchio umido…

di Alberto Severi
regia di Marcello Ancillotti
“Fin costassù l'è arrivata l'acqua dell'Arno ni' 1966… ni' 1844… ni' 1333…”
I fiorentini indicano quasi con orgoglio, utilizzando un pronome tutto particolare (“costassù”), le piccole lapidi che segnano, sui cantoni di certi edifici del centro storico, i paurosi livelli raggiunti dall'acqua dell'Arno in occasione delle più disastrose alluvioni della Storia.
La bottegaia di piazza Duomo, la moglie dell'orafo di Ponte Vecchio, il timido pretino di curia, il pittore dongiovanni, il robivecchi cinico e dolente, il professore gozzaniano di impeccabile cortesia anche di fronte agli evasi delle Murate… Ma anche l'operaio dell'acquedotto, eroe umile e sfortunato, o l'inquieta ragazza “angelo del fango”, coi suoi sensi di colpa, e la sua difficile, sofferta, ma incrollabile fiducia nell'avvenire…
Una foto di gruppo (un po' ovviamente alluvionata, ma inaspettatamente variopinta) della Firenze “anni '60”, che l'alluvione si portò via, lasciando solo un segno scuro di nafta sui muri della città.
Proprio dove ora le targhette di marmo indicano che l'acqua, in quella notte parecchio ma parecchio umida, l'arrivò per davvero – ragazzi! –  fin costassù…

Print Friendly, PDF & Email

Translate »