energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sabato 3 agosto William Tatge al Forte Belvedere Notizie dalla toscana

Sullo sfondo della suggestiva terrazza del Forte di Belvedere, sabato 3 agosto alle ore 19.00 si terrà il primo di una serie di appuntamenti musicali a tributo dei più grandi artisti jazz. William Tatge Trio eseguirà un programma dedicato alla musica di Thelonious Monk. Il repertorio monkiano, grazie alla sua vasta gamma espressiva e alla sua malleabilità, rappresenta da sempre una miniera d'oro per i musicisti jazz, diventando ancor più interessante se interpretato secondo angolazioni divergenti rispetto alla matrice originale. Il pianista e compositore William Tatge, in qualche modo più vicino al filone stilistico che trova la sua origine in Bill Evans, affronta questi brani cercando di metterne in luce ricchezza armonica ed ambiguità strutturale.
Tatge si esibirà in trio, con Piero Borri alla batteria e Marco Benedetti al contrabbasso.

William Tatge, pianista e compositore, nasce in Umbria nel 1978 da genitori americani. Nel 1988 si sposta a Firenze, dove vive fino al 2008, quando decide di trasferirsi a New York. Inizia lo studio della musica all’età di sei anni sia al pianoforte che al violino, frequentando la scuola di musica di Fiesole. Dal 1990 al 2000 studia pianoforte sotto la guida di Gabriella Barsotti presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze, con particolare attenzione per il repertorio del ‘900. Si diploma nel 2000 con il massimo dei voti con lode. Già durante gli anni del corso di pianoforte si avvicina alla musica improvvisata e al jazz, dal ’96 al ’99 studia con Stefano Bollani e frequenta i seminari di Siena Jazz. Negli stessi anni la passione per la musica contemporanea lo porta a intraprendere gli studi di composizione, sempre presso il Conservatorio di Firenze, con Rosario Mirigliano e Romano Pezzati. Tra il 2000 e il 2004 studia orchestrazione con Tiziano Manca e direzione d’orchestra con Piero Bellugi. Nel 2006 si diploma in composizione, ancora con il massimo dei voti e la lode. Nel frattempo porta avanti il lavoro pianistico partecipando a stage di Enrico Pieranunzi, Franco D'Andrea e Paolo Birro. Frequenta inoltre sia come solista che in trio i seminari annuali tenuti da Stefano Battaglia a Siena. In questi anni svolge attività concertistica sia solo che in ensembles a suo nome. Collabora con musicisti quali Ares Tavolazzi, Piero Borri, Francesco Ponticelli, Dan Kinzelman, Marco Tamburini, Ettore Fioravanti, Nico Gori, Jacopo Martini, Stefano Tamborrino, Andrea Melani, Franco Nesti, Massimo Altomare, Emanuele Parrini, Francesco Canavese, Mirko Guerrini, Marcello Allulli, Francesco Petreni, Steve Grossman e Fabrizio Bosso. Partecipa ad importanti rassegne e festival come Vivere Jazz Festival, Umbria Jazz, Festival delle Colline, Grey Cat, Siena Jazz e Musicamdo. Nel campo della musica improvvisata collabora con il clarinettista Massimo Carrozzo. Il duo si è recentemente esibito all’interno della rassegna Imprudences a Parigi. Nel 2008 registra il primo album a suo nome, Mutable Enclosures, con Piero Borri e Gabriele Evangelista. Attualmente si esibisce in qualità di leader o di sideman nei locali di Brooklyn e Manhattan tra cui Smalls, 55 Bar, Blue Note, Local 269, Barbés e Kitano con, tra gli altri, Aki Ishiguro, Felix Pastorius, Jochen Rueckert, Craig Akin, Nick Anderson, Matt Clohesy, Joe Martin, Will Vinson, Ryan Ferreira, Chris Ward, Margret Grebowicz. Nell’ottobre del 2008 viene invitato a tenere un concerto di piano solo alla Wesleyan University. Nel 2012 la video artista e disegnatrice Christine Meisner lo invita a comporre la parte musicale di Disquieting Nature, un lavoro multimediale sul Delta Blues e la trasformazione storico/geografica del sud degli Stati Uniti commissionato dalla Walther Collection. Il pezzo é stato presentato dal vivo al Documentary Forum 2 alla Haus Der Kulturen di Berlino, con la partecipazione di Kenneth Salters, Anders Nilsson, Craig Akin e il contributo vocale di L.D. Brown. (com)

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »