energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sacerdote fiesolano nominato Vescovo in Brasile Notizie dalla toscana

Don Gabriele Marchesi, 60 anni, nato il 16 settembre 1953 a Incisa Valdarno, sacerdote della diocesi di Fiesole,  da 10 anni missionario in Brasile è stato nominato da Papa Benedetto XVI Vescovo della diocesi di Floresta. Don Marchesi ha compiuto gli studi di Filosofia presso il Seminario diocesano di Fiesole dal 1972 al 1975 e quelli di Teologia presso lo Studio Teologico Fiorentino dal 1975 al 1978. Il 6 luglio 1978 ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale per la diocesi di Fiesole, nella quale ha svolto gli incarichi di Vicario parrocchiale (1978-1986) e di Parroco della parrocchia Santa Maria del Giglio a Montevarchi (1986-1997), Parroco della parrocchia San Giovanni Battista a Contea (1997-2003), Direttore dell’Ufficio Missionario Diocesano, Membro del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori.

Dal 2003 ha chiesto di operare come sacerdote fidei donum, come dono della fede, in Brasile , nella diocesi di Viana, nello Stato di Maranhão, nella quale svolge attualmente l’incarico di Parroco della Parrocchia São Pedro Apóstolo e Nossa Senhora do Rosário, Coordinatore per la Pastorale e Vicario Episcopale.
La diocesi di Floresta, in latino Dioecesis Florestensis, è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'Arcidiocesi di Olinda e Recife appartenente alla regione ecclesiastica Nordeste 2. Nel 2010 contava 246.658 battezzati su 247.425 abitanti. La diocesi comprende parte dello stato brasiliano di Pernambuco. Nella città di Floresta,  si trova la cattedrale, dedicata al Buon Gesù degli Afflitti. Il territorio è suddiviso in 11 parrocchie. L'attuale diocesi è stata eretta il 15 febbraio 1964 con la bolla “Qui secreto Dei consilio” di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dalle diocesi di Pesqueira e di Petrolina.

Per il Sindaco di Pontassieve Marco Miraghi “è una notizia che ci riempie d’orgoglio. A lui e alla sua missione nello Stato del Maranhao, una delle zone più povere del Brasile, il mio affetto e la mia stima”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »