energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Samantha Cianchi e i suoi alberi Cultura

Firenze – Samantha Cianchi e i suoi alberi

Samanta Cianchi vive e lavora nella bella campagna toscana, nei pressi di Firenze, da sempre in contatto con la natura che la circonda. Di lei Laura Caramelli scrive “Conosco Samantha fin dall’adolescenza e adesso, come allora, è dolce e tenace sia nelle vita che nella pittura, piena di giovanile allegria e di profonda malinconia. La sua arte rivela la parte più segreta della sua anima: i suoi alberi sono forti e tormentati.  Attenta osservatrice,  scrupolosa e capace esecutrice,  sensibile e talvolta piena di abbandono, la giovane  Samantha già si mostra artista completa e di sicuro avvenire”.

La tecnica di Samantha è una forma di contaminazione tra pittura e incisione: le sue tavole sono trattate in modo tale da poter fare emergere la luce dalla superficie dipinta, grazie ad un accurato e lento lavoro certosino di incisione e “intaglio”del colore.
Samantha apprende l’arte pittorica grazie alla guida del prof. Bimbi, docente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, ma persegue un suo percorso autonomo, portando avanti la sua ricerca personale che la spinge a sperimentare l’incisione, fino alla decisione di integrarla alla tecnica pittorica.

Gli alberi sono il soggetto e lo spirito guida del suo lavoro, incentrato sulla ricerca interiore. Dell’albero, dal tronco scuro, ben radicato al suolo da cui trae nutrimento, forza e stabilità,  esalta l’espandersi all’esterno dei rami, tra i quali emerge la luce, faticosamente raggiunta grattando e scalfendo la superficie dipinta, l’albero che per Samantha rappresenta anche il collegamento tra terra e cielo.
“Perché  hai scelto questa tecnica?” le chiedo “Quando incido i miei quadri sono profondamente concentrata, focalizzata nel lavoro, impegnata a tal punto da essere sicura di non perdermi. Gli alberi mi rappresentano, parlano della mia ricerca di stabilità” risponde e aggiunge “Sono alla ricerca continua di nuove tecniche,  nuovi percorsi da intraprendere per potermi esprimere”.
Quando le chiedo quali artisti apprezza  maggiormente e a quali si sente più vicina, cita tra  i suoi primi innamoramenti  Lucien Freud, Frida Khalo e Picasso, soprattutto il Picasso della prima maniera e le sue incisioni, anche se poi la tesi di laurea l’ha svolta sulla rappresentazione del paesaggio tra ‘800 e ‘900, interessata in particolare al “paesaggio spirituale … come rifugio dell’anima e nutrimento dello spirito … come nell’estetica imbevuta di misticismo di  Vassily Kandinskij”.
Degli anni di studio in Accademia ha un bel ricordo, ma mi comunica una sua particolare avversione per l’appiattimento su metodi e tecniche standardizzati, mentre si sente di consigliare a futuri giovani artisti di trovare il coraggio di liberarsi da schematismi, perseguendo una propria strada di ricerca, anche contro tendenza, anche se contrastata e meno “vendibile”, a costo di fare un percorso in salita.

Samantha non disdegna la produzione artigianale di manufatti come i capi di abbigliamento dipinti a mano, prodotti per il marchio “TreeS Cianchi” e oggetti di arredo come mobili, porte dipinte, oggetti in vetro, decorazioni su muro e altro ancora “L’arte è la mia vita” dice e aggiunge “ma di sola arte non si vive …”.

Le opere di Samantha Cianchi sono visibili nella mostra online a lei dedicata.

Contatti: samanthacianchi@gmail.com, https://www.facebook.com/trees.cianchi

Samantha Cianchi, Silhouette di tronchi II 2012Samantha Cianchi, Gli Alberi 2013 50x120 cm Tecnica mista, Acrilico incisoSamantha Cianchi, L'Albero, 2013 50x120 cm Tecnica mista, Acrilico inciso bisSamantha Cianchi, L'Albero, 2013 50x120 cm Tecnica mista, Acrilico inciso

Print Friendly, PDF & Email

Translate »