energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

San Lorenzo, la piazza rimarrà sgombra Cronaca

Un lungo pomeriggio quello di ieri, a tratti grigio e freddo per gli ambulanti di San Lorenzo in attesa dell'esito dell'incontro fra i rappresentanti sindacali e il vicesindaco Nardella. Il tema, sempre quello: la questione del mercato, delle bancarelle che non ci stanno, della nuova sede, piazza del Mercato, in cui il pigia pigia dei banchi scoraggia acquirenti stranieri e fiorentini doc. Alle 16 è fissato l'incontro tra gli esponenti dei sindacati e Nardella per un'altra puntata della vicenda che dura ormai da un mese e mezzo dalla data di “sgombero” dalla sede storica del mercato. Alcuni ambulanti si radunano in Piazza della Signoria in attesa che i rappresentanti escano da Palazzo Vecchio, altri aspettano nei magazzini in Borgo del Noce riparandosi dal vento, altri ancora fanno la spola in bicicletta e a chi chiede "si sa niente?" rispondono agitando la testa. C'è tensione perché non si sa cosa aspettarsi. E più si prolunga la riunione nel palazzo, più si alimentano i timori e le supposizioni.

Alle 18.45 i sindacalisti arrivano ai magazzini, e già mentre percorrono la viuzza in lontananza qualcuno ne intravede "il muso lungo".
Il vice sindaco non è disposto a tornare indietro sulle decisioni prese in precedenza e quindi irremovibile su due punti essenziali: Piazza San Lorenzo resterà sgombra e da quel tratto dovrà passare il bussino. Tuttavia, oltre a questo, si affaccia la proposta di un accordo che contempla una soluzione provvisoria e una definitiva.
Quella provvisoria, che potrebbe essere attuata a partire dal termine dei lavori di asfaltatura – alla fine di Marzo – prevede il mantenimento dei vecchi banchi e la loro distribuzione in quattro blocchi: una trentina, da ambo i lati, nell'ultimo tratto di Via del Canto dei Nelli; da sei a otto in Piazza Madonna degli Aldobrandini; nove in Sant'Antonino; circa trentacinque in Piazza del Mercato. I posti sarebbero assegnati mediante una graduatoria che tenga conto dell'anzianità della concessione del suolo pubblico, ma attorno a questo criterio si affollano alcuni dubbi anche a seguito di una sentenza del Tar.
La soluzione definitiva, invece, richiede l'adozione di nuovi banchi – più piccoli e squadrati – con la possibilità di aumentare il numero dei posti assegnabili in Via del Canto dei Nelli. Inoltre quindici banchi – nuovi, ma con particolari misure – verrebbero sistemati agli Archibusieri.
Questo, il blocco di proposte di Nardella. Gli ambulanti possono accettarlo in toto oppure restare affastellati in Piazza del Mercato. Martedì il vicesindaco avrà un incontro con la soprintendenza per assicurarsi della fattibilità del progetto e ottenere le autorizzazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »