energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Aggressione su tramvia, sangue sparso, interrogazione di FdI Cronaca

Firenze – Aggressione in tramvia stamattina intorno alle 11.30. Lo comunica il gestore del servizio in una nota, in cui si spiega che GEST ha chiamato immediatamente le forze dell’ordine, mentre il conducente, attendendole, si è accertato delle condizioni della persona aggredita, successivamente soccorsa. Poco dopo c’è stato l’intervento della Polizia di Stato.

L’ episodio ha provocato una interruzione di circa 10 minuti. Purtroppo, a seguito della colluttazione, nel tram sono rimaste alcune macchie di sangue sul pavimento e sui sedili. Il conducente, dando priorità all’assistenza dell’aggredito e al servizio, non ha immediatamente accertato la condizione del mezzo, cosa che ha fatto pochi minuti dopo al capolinea e a cui è seguita, dopo circa 40 minuti, una accurata pulizia e sanificazione.

“GEST è profondamente dispiaciuta per quanto accaduto – si legge nella nota del gestore – ed esprime solidarietà alla persona che ha subito l’aggressione e ringrazia sia il 118 che la Polizia di Stato per la celerità dell’intervento. Inoltre si scusa con i passeggeri per il momentaneo disagio”.

La questione delle macchie di sangue aveva fatto scattare l’immediata reazione dei consilgieri di FdI Alessandro Draghi e Jacopo Cellai, che, non essendo al corrente dell’accaduto, nondimeno avevano voluto vederci chiaro, diramando una nota interlocutoria.  “Ancora non è chiaro se le macchie ematiche riscontrate sui sedili e sul pavimento della carrozza ferroviaria siano la conseguenza di un evento criminoso accaduto nel vagone o siano riconducibili ad altre cause”. Fatto sta però, accusano i due esponenti di minoranza, “che nessuno del personale si è accorto di nulla, a quanto pare, e il mezzo ha proseguito come se nulla fosse la sua corsa, senza che fosse né pulito, né che lo stesso vagone fosse chiuso al pubblico. Il fatto è accaduto intorno alle 11.30 su un convoglio della linea T1 che viaggiava in direzione Careggi”.

“Ci sono arrivate dai cittadini – spiegano Draghi e Cellai– alcune segnalazioni di questo convoglio che viaggiava in condizioni vergognose: tante macchie di sangue sul pavimento e sui sedili. In un momento come questo, quando il Governo pretenderà il Greenpass per andare ovunque, pretendiamo, innanzitutto, che i mezzi pubblici siano più puliti e sanificati, figuriamoci se completamente sporchi di sangue. Abbiamo presentato un’interrogazione d’urgenza per capire come sia potuto avvenire questo misfatto”.  Interrogazione d’urgenza cui però sono seguiti i chiarimenti di GEST.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »