energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sanità: chiude l’ultimo reparto covid di Santa Maria Nuova Cronaca

Firenze – “Il primo giugno abbiamo chiuso l’ultimo reparto Covid di Santa Maria Nuova. Non posso che essere orgoglioso del lavoro fatto, del servizio reso al centro storico di Firenze, con un’alta qualità di cure sia in degenza ordinaria che in terapia intensiva”. Lo annuncia Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus.

“A gennaio-febbraio – ricorda – metà ospedale era dedicato alla cura del covid: 55 posti letto su 110. Ricordo a tutti che abbiamo affrontato tre ondate successive. Ora si volta pagina, ci sono tutte le premesse. Dovremo convivere col virus, ma possiamo smettere di temerlo. I vaccini fanno ben sperare: sono tutti validi e sicuri, e ci stanno aiutando ad archiviare una stagione che ha messo a dura prova la tenuta anche sociale della comunità umana. Ora l’impegno di tutti deve essere quello di vaccinarsi e di far vaccinare. I vaccini hanno debellato molte malattie, ci sono tutte le premesse affinché mettano fine anche al covid. Senza considerare che abbiamo ora un patrimonio di conoscenze, professionalità e strumentazioni che non deve andare disperso. È ora il momento di mettere tutto questo a frutto per sconfiggere altre malattie. Le sfide continuano ma noi siamo pronti ad affrontarle”.

“Oggi il consiglio comunale ha ringraziato la sanità fiorentina. Questo ci fa molto piacere. Confido che questa cerimonia, con Palazzo Vecchio alle spalle, sia stata il sigillo sulla fine di una pandemia che ha segnato il mondo” .”Voglio ringraziare chi ci è stato vicino e ci ha aiutato con le donazioni – aggiunge – Un grazie particolare va alla popolazione, che abbiamo sempre sentito al nostro fianco. Tutto quello che ci era necessario per affrontare l’emergenza ci è stato messo a disposizione. Nella ricorrenza della fondazione dell’ospedale, il 23 giugno, quando la struttura compirà 733 anni, avremo modo di ringraziare tutti e di dare il giusto riconoscimento ai nostri operatori – medici, infermieri, operatori sanitari e amministrativi – che hanno fatto squadra”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »