energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sanità, s’avvicina la rivoluzione fatta per legge Società

Firenze – Di fronte ai tagli annunciati sulle Regioni, la soluzione è forse, un rivoluzionamento della sanità, da sempre la voce più “costosa” delle amministrazioni locali. E dunque, per attuare questa rivoluzione copernicana, serve una legge. Lo annuncia il presidente della Regione Enrico Rossi, nel corso del suo intervento alla seduta della quarta commissione consiliare. Rossi ha annunciato una “rivoluzione della qualità” necessaria perché “Se aspettiamo verremo travolti”.

In sostanza la legge dovrebbe addossare a tre commissari l’incarico di predisporre nei dettagli gli atti per l’unificazione organizzativa del sistema in tre aziende di area vasta, a cui si aggiungerà il Meyer.

“Siamo intervenuti – ha detto il governatore – sul bilancio regionale con una abbondante spending review, a cominciare dalla politica, faremo ancora tutto il possibile per eliminare le spese improduttive, rivedere le partecipazioni societarie, ridurre il numero dei dirigenti, anche nelle agenzie ragionali. Ma la dimensione della manovra è tale che dovremo intervenire anche sulla sanità. Un sistema che viene da due anni pesanti tagli, eppure ha i bilanci a posto”.

E dunque, cosa si può fare? Per Rossi “si possono evitare sprechi, ridondanze, somme di spesa e consumismo sanitario. La politica non deve essere invasiva ma deve porre la domanda giusta e dare ai migliori il compito di proporre linee guida e orientamenti che inducano, su basi scientifiche, comportamenti virtuosi. Penso a una commissione regionale che lavori quindi sull’appropriatezza delle cure. Penso a un rilancio del Technology assessment, cioè la valutazione degli aspetti medici, economici, organizzativi e sociali dell’introduzione o dell’implementazione delle tecnologie od interventi sanitari”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »