energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Sanità, tagli ai posti letto non a stipendi direttori generali” Cronaca

Oggi secondo giorno di protesta degli infermieri turnisti di Careggi, che ha visto l'intervento di Massimo Ferrucci, segretario generale della Fials Toscana. "Il problema risorse in sanità esiste, ma diciamo a questa giunta che non si possono trovare i soldi per colmare il deficit della sanità toscana, in primis per il buco dell'Asl di Massa, sulle spalle dei lavoratori – attacca Ferrucci –  costringendoli, come nella realtà di Careggi, a turni orari massacranti per risparmiare personale".

"La riforma progettata dalla giunta e approvata dal consiglio regionale della Toscana con il provvedimento 1235del 28/12/12 creerà forti disequilibri nella risposta ai bisogni di salute dei cittadini – spiega l'esponente sindacale – invece di incidere tagliando sulle spese inutili come le Estav e le Società della Salute, come i 12 milioni di euro che costano annualmente i Direttori generali della Sanità Toscana, si preferisce ridurre i posti letto, tagliare la guardia medica e ridurre la capacità di risposta alle emergenze creando tre centrali 118 per tutta la Toscana".  
Le gravi carenze che si verranno a determinare per la salute dei cittadini toscani a seguito della recente riforma del Servizio Sanitario Regionale della Toscana approvata in Consiglio Regionale, insieme alla vertenza Careggi, saranno oggetto di un prossimo incontro di Fials – Uil – Cobas e Usi con la IV Commissione Sanità in Regione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »