energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sansepolcro, un millenario per riscoprire la propria identità di cittadini Società

La città e la diocesi stanno celebrando il Millenario del duomo e della città di Sansepolcro, che avrà il suo momento centrale nella visita di Papa Benedetto XVI nel pomeriggio del prossimo 13 maggio. Millenario importantissimo, alla luce anche del 150mo dell’Unità d’Italia, e che precede l’anno europeo della cittadinanza. Nell’ambito dei vari appuntamenti celebrativi spiccano i convegni “Per una cittadinanza capace di generare futuro”, organizzati dal centro culturale Dia-logos  che si terranno presso il Salone del palazzo vescovile biturgense in collaborazione con l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Arezzo “Beato Gregorio X”. Un tema importantissimo quello delle relazioni tra la persona e la sua dimensione comunitaria ai vari livelli del territorio, in quanto è un tema di attualità alla luce della crisi provocata dai mutamenti epocali di questi decenni. Per ridare speranza al vivere odierno è necessario, secondo gli organizzatori, ripartire dalle fondamenta del credere e dunque riscoprire le radici e le ragioni della Fede e della Speranza cristiana.

“Attraverso un percorso di approfondimento – ci dicono – possiamo riscoprire e riconoscere la profondità e la novità di ogni essere umano, perché crediamo che il valore insopprimibile di ogni persona debba essere la vera sfida e l’impegno tanto della riflessione, quanto dell’azione politica e sociale. Contro la logica dell’interesse che ha contribuito a logorare i rapporti umani e sociali e creato un clima di sfiducia e di tensione che non produce frutti, ma solo povertà spirituale e materiale, crediamo che debba oggi prevalere la logica dell’agire gratuito e della donazione. Si tratta – sottolineano – di una nuova forma di investimento che ponga al centro il benessere integrale della persona, di ogni persona, di tutte le persone, perché crediamo fermamente che il nostro essere nel mondo, non voglia dire che siamo del mondo”. Gli incontri costituiscono perciò un’occasione per riscoprire l’attualità delle ragioni culturali che ispirano una visione personalista, e avranno come sfondo, da un lato le indicazioni pastorali dell’Arcivescovo Riccardo Fontana su Sansepolcro come nuova Gerusalemme, e dall’altro la dottrina sociale proposta da Papa Benedetto XVI in vista della sua venuta.

Il primo appuntamento è per sabato 31 marzo alle ore 17 su “Cittadini del territorio: appartenenza e progettualità”, con relatori dom Alessandro Barban Priore Generale della Congregazione dei Monaci Camaldolesi e Mauro Magatti Preside della Facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il secondo appuntamento si terrà sabato 5 maggio alle ore 17 su “Cittadini d’Italia: unità, identità e solidarietà”, con Paolo Beccegato, responsabile relazioni internazionali della Caritas Italiana, e Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio. Gli ultimi due incontri si svolgeranno ad ottobre e  dicembre: “Cittadini d’Europa e del mondo: integrazione e sviluppo umano”, con il Cardinale Paul Poupard e l’Ambasciatore Pasquale Ferrara, segretario generale dell’Istituto Universitario Europeo sabato 16 ottobre alle ore 17, mentre “L’Uomo e la fede” con il Priore di Bose, Enzo Bianchi giovedì 27 dicembre alle ore 16.

Foto: www.tripadvisor.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »