energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Santo Spirito, i lavori dal 14 al 21 giugno per la cordonatura Breaking news, Cronaca

Firenze – Santo Spirito, dal 14 giugno partiranno i lavori per la realizzazione della cordonatura promessa lungo il sagrato della Basilica di Santo Spirito, durando fino al 21 dello stesso mese. Un ulteriore passo, dopo l’installazione di nove chiodi fiorentini a fianco della chiesa, su via de’ Coverelli, del piano per tutelare la Basilica contenuto nella delibera approvata in Giunta su proposta della vicesindaca Alessia Bettini.

“Vanno avanti le misure messe in campo per preservare la Basilica di Santo Spirito. Sono in fase di predisposizione le procedure necessarie per l’avvio del cantiere per installare una delimitazione del sagrato con una cordonatura.  – spiega Bettini – lo slittamento rispetto all’iniziale previsione è dettato sia da questioni di approvigionamento dei materiali sia da un confronto con la Soprintendenza che è proseguito dopo la fase autorizzativa vera e propria, andando avanti anche in fase di realizzazione e determinando alcuni affinamenti progettuali. Data la delicatezza del bene da tutelare infatti ci sono aspetti dell’intervento che seppur di dettaglio, e quindi non esplicitati nel nulla osta iniziale, sono stati oggetto di analisi e valutazioni da parte dei funzionari di zona. Nel frattempo, è già in essere una delimitazione del sagrato attraverso le fioriere”.

Il piano per la tutela della Basilica di Santo Spirito consiste in un insieme di interventi di valorizzazione del contesto urbano e delle condizioni di fruibilità in sicurezza della piazza comprendenti più azioni differenti. Per tutelare sagrato e facciate della Basilica, si ricorda, il piano prevede l’inserimento di elementi di arredo in appoggio al piano del sagrato, collegati tra loro da una cordonatura. I chiodi fiorentini installati su via de’ Coverelli, invece, inibiscono la sosta non autorizzata e comportamenti scorretti. “Qui la sosta era irregolare e purtroppo le auto parcheggiate finivano per alimentare gesti e comportamenti causa di degrado. – precisa Bettini – Sappiamo comunque che per quanto riguarda l’area di piazza Santo Spirito sono in corso sopralluoghi da parte dei tecnici della Mobilità assieme alla Polizia Municipale per recuperare posti auto residenti”.

Piazza Santo Spirito è stata anche al centro di un corso del laboratorio di Restauro 2 del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Architettura dell’Università di Firenze tenuto dal professor Giuseppe Alberto Centauro; al seminario conclusivo, che si è svolto questa mattina, è intervenuta anche la vicesindaca Bettini. “Tante le proposte degli studenti, che ringrazio per il contributo; hanno tutte un approccio ‘olistico’ che tiene conto di tutte le specificità della piazza, un luogo sia da proteggere che da valorizzare nel suo complesso, con un uso corretto, consapevole e rispettoso di questi spazi.  – ha detto Bettini – Siamo disponibili anche a organizzare un momento pubblico di diffusione degli elaborati progettuali degli studenti per condividere il più possibile spunti e suggerimenti per il futuro di questa così importante parte di città”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »