energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Scagionati i due accusati per abuso d’ufficio nell’inchiesta sul “mostro di Firenze” Notizie dalla toscana

«È una decisione obbligata. Fin all'inizio non potevano trattare questo procedimento a Firenze. Questo trasferimento doveva esserci prima», ha dichiarato il pubblico ministero di Perugia Giuliano Mignini dopo la sentenza d’appello che ha annullato la condanna in primo grado del magistrato ed ha ordinato il trasferimento degli atti dal Tribunale di Firenze a quello di Torino. La Corte di Appello di Firenze ha dichiarato oggi, 22 novembre, l’incompetenza territoriale del Tribunale fiorentino circa il procedimento a carico di Mignini e del poliziotto e scrittore Michele Giuttari, che nel 2010 vennero condannati rispettivamente ad 1 anno e 4 mesi ed a 6 mesi di carcere per abuso d’ufficio in concorso nell’ambito dell’inchiesta sugli omicidi del Mostro di Firenze. «Da investigatore ho un'amarezza. Questa attività svolta da Firenze bloccò l'indagine perugina sulla morte del medico Francesco Narducci, che si riteneva collegata al mostro di Firenze. Vennero sequestrati gli atti di quell'indagine, di fatto bloccandola», ha dichiarato Giuttari. Anche la condanna di primo grado nei confronti del poliziotto è stata annullata ed anche in questo caso per il Tribunale fiorentino è stata decretata l’incompetenza territoriale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »