energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scandicci, il Comune taglia il parco macchine Cronaca

Meno auto e più mezzi pubblici. Dipendenti e amministratori comunali di Scandicci tirano la cinghia. Nel corso del 2011 il Comune di Scandicci ha tagliato 17 mezzi dal proprio parco veicoli e ha ridotto del 20 percento i costi di gestione delle macchine rimaste disponibili. “Al tempo stesso è aumentato di oltre il 7 percento l’uso dei mezzi di trasporto pubblico da parte dei dipendenti e degli amministratori comunali –  spiega l’assessore agli Affari generali Andrea Giorgi – segno che per muoversi per lavoro, ad esempio per andare alle riunioni a Firenze, vengono utilizzati sempre più tram e bus e sempre meno le auto di servizio. L’anno scorso abbiamo misurato risparmi importanti anche per altre voci, ad esempio un -17,9 percento di carta per stampanti e fotocopie, pari a 740 risme di A4 e a 65 risme di A3”.
Il risparmio di carta è stato ottenuto con monitoraggi e report periodici sull’utilizzo delle fotocopiatrici, mentre l’ottimizzazione dell’uso dei veicoli si è avuta grazie ad un sistema informatizzato realizzato in collaborazione con il Centro elaborazione dati del Comune. Le spese per l’acquisto di biglietti dei mezzi pubblici nel 2011 si è attestata a 1116,50 euro, pari a circa 1200 spostamenti.

I dati sui risparmi degli uffici comunali sono contenuti nel “Piano triennale per l’individuazione di misure finalizzate al contenimento delle spese di funzionamento”, una sorta di “spending review” del Comune di Scandicci.
“Sempre sul fronte dei risparmi abbiamo concentrato l’attenzione anche sulle utenze, ad esempio l’acqua – prosegue Giorgi – si è mantenuto il servizio di lettura mensile di tutti i contatori delle strutture comunali, con successiva analisi dei consumi idrici e segnalazione al servizio tecnico dei consumi anomali, in modo da poter intervenire tempestivamente sulle eventuali perdite occulte. In un anno abbiamo fatto oltre 12 segnalazioni”.

La riduzione del numero di veicoli è stata ottenuta con la vendita all’asta di 17 mezzi (con un introito di 8.606,10 euro), la rottamazione di due veicoli e l’acquisto di due auto a gpl. Le auto di servizio dell’Amministrazione Comunale attualmente sono undici, dieci delle quali a disposizione dei dipendenti (Fiat Panda e Punto, la maggior parte a metano o gpl) e una – Skoda Oktavia a gpl – con autista (dal 2011 il dipendente addetto occupa solo un terzo del tempo lavorativo per la guida dell’auto, mentre nelle restanti ore è impegnato in attività amministrative presso la Ragioneria e la Segreteria del Sindaco). Gli altri veicoli del parco comunale – compresi vetture e motocicli della Polizia Municipale, mezzi tecnici degli operai, veicoli della Protezione Civile, mezzi operativi eccetera – sono complessivamente 54.

Con il piano triennale per i risparmi il Comune fissa anche per gli anni futuri la riduzione del numero di automezzi, grazie ad un utilizzo delle vetture sempre più razionalizzato, l’incentivo ad un utilizzo sempre più spinto dei mezzi pubblici da parte di amministratori e dipendenti comunali e un sempre maggior risparmio di carta: già da quest’anno è completamente abolito l’uso della carta nella gestione delle determinazioni. Ulteriori tagli di spesa sono possibili da quest’anno con il rinnovo dei contratti di telefonia mobile e fissa (Consip).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »