energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Scherma: oro e bronzo per la Toscana agli Europei Sport

Firenze – La livornese Irene Vecchi è campionessa d’Europa con l’Italia della sciabola femminile a squadre. Ai Campionati Europei Assoluti di scherma a Tbilisi, in Georgia, ha trionfato il team azzurro, composto dalla 28enne labronica, da Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Martina Criscio. Nella terza giornata della rassegna continentale, le ragazze del ct Giovanni Sirovich hanno conquistato il gradino più alto del podio battendo con il punteggio di 45-44 in un’emozionate finale la fortissima Russia, squadra campione olimpica in carica. Le azzurre avevano ottenuto l’accesso al match per l’oro superando in semifinale la Francia con un secco 45-39. In precedenza, ai quarti, avevano eliminato la Spagna con un ancor più netto 45-39. Una grande vittoria per l’Italia, che porta l’inconfondibile firma di Irene Vecchi, nata sulle pedane del Fides Livorno sotto la guida del maestro Nicola Zanotti, e ora tesserata con il Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle.

Non solo sciabola, però. Ancora Toscana e sempre Livorno in festa anche per la medaglia di bronzo a squadre di Lorenzo Nista con l’Italia del fioretto maschile. Il quartetto dei fiorettisti azzurri composto dal neo campione europeo Daniele Garozzo, dal bronzo individuale Giorgio Avola, da Alessio Foconi e dal 24enne labronico ha dapprima sconfitto per 45-27 il Belgio e poi ai quarti ha avuto la meglio sull’Ucraina con il punteggio di 45-39. In semifinale è giunta la battuta d’arresto contro la Russia per 45-40. Il ko è stato però da stimolo per gli azzurri che hanno conquistato il terzo gradino del podio battendo 45-40 la Germania nella finale per il bronzo. Una medaglia che luccica, dunque, per l’Italia del ct Andrea Cipressa e in particolar modo per il giovane livornese. Nista, cresciuto nella scuola del maestro Paolo Paoletti approcciandosi da bambino alla scherma con il Fides, oggi è tesserato con il gruppo sportivo dell’Aeronautica Militare.

Figlio d’arte – papà Alessandro è stato portiere di calcio d’ottimo livello e fa parte dello staff tecnico del Napoli -, Lorenzo è entrato a far parte del team azzurro di fioretto come titolare per l’Europeo di Tbilisi in seguito al forfait per infortunio di Andrea Cassarà. E ora torna a casa con un bronzo di grande valore, che unito all’oro di Irene Vecchi con l’Ital-sciabola in rosa regala alla scherma toscana, e livornese in particolare, una giornata davvero speciale.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »