energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Schettino torna al timore, stavolta di un motoscafo Cronaca

Mentre proseguono le operazioni di rimozione del relitto ed è in arrivo all’isola del Giglio la Micoperi 30, il capitano della Costa Concordia, Francesco Schettino, si rimette in mare. A divulgare la notizia è stato il tabloid inglese “The Sun” che ha anche fotografato Schettino assieme ad un uomo su di un motoscafo. Teoricamente, non vi fossero di mezzo i 32 morti del naufragio del 13 gennaio, il capitano della Concordia non avrebbe fatto niente di strano. La patente nautica, infatti, non gli è stata mai sospesa. Secondo quanto rivelato dal giornale inglese, Schettino sarebbe salito a bordo del natante per fare un bagno a circa 20 metri dal litorale. Inizialmente sarebbe stato l’amico a pilotare il motoscafo ma, una volta lontani da riva, avrebbe ceduto il timone al capitano. Un amico di Schettino, l’ex sindaco di Meta di Sorrento, Carlo Sassi, avrebbe dichiarato che a bordo del natante c’era l’avvocato Bruno Leporatti, ma lo stesso legale del capitano della Concordia ha smentito di possedere una barca e di essersi messo per mare assieme al suo assistito. Intanto Arpat, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, ha pubblicato i risultati delle analisi sui campionamenti di acqua marina prelevati al Giglio il 31 luglio. Idrocarburi e solventi restano inferiori alla norma, mentre è stata rilevata la presenza di tensioattivi nei pressi del relitto.

Dissequestrato lo scoglio delle Scole
Nella mattina di oggi la Procura di Grosseto ha dissequestrato lo scoglio delle Scole rimosso il 22 luglio dal fianco della Costa Concordia. La Procura maremmana ha accettato l’istanza di dissequestro presentata dal legale del Comune di Isola del Giglio, Alessandro Maria Lecci. La roccia, del peso di oltre 100 tonnellate, potrebbe essere ricollocata nei pressi delle Scole per diventare un monumento dedicato alla memoria delle 32 vittime del naufragio del 13 gennaio. Era stato sezionato in tre parti e rimosso dai tecnici di Titan Salvage e Micoperi, quindi collocato momentaneamente sul fondale nei pressi di Porto Giglio, ma oggi è stato messo ufficialmente a disposizione del Comune gigliese.

Foto: http://www.sologossip.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »