energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sciacalli, boicottatori, sfigatelli e cardinali Rubriche


E si arricchiscono di ora in ora. Nelle zone terremotate pare si stiano aggirando uomini con indosso divise della protezione civile che fanno indegne operazioni di sciacallaggio fra l’esecrazione della gente, della stampa, del governo. Sennonché nelle stesse zone terremotate pare si stiano aggirando (magari più in senso metaforico) uomini, con indosso eleganti doppiopetto, che operano indegne operazioni di sciacallaggio non elargendo prestiti e mutui ai terremotati per avviare la ricostruzione dato che non possono offrire nessuna garanzia visto il crollo delle loro case e dei loro capannoni. Bene, in questo caso manca l’esecrazione almeno di parte della stampa e del governo tutto.
Una parte della maggioranza che sostiene il governo Monti (indovinate quale)  invece proprio in questi giorni si è sfilata lasciano cadere, per ora, l’approvazione della legge anticorruzione. A proposito, per inciso, altri 50 milioni di euro dei soldi della Margherita andrebbero ad aggiungersi al “bottino” fatto sparire da Lusi e distribuito dallo stesso fra se medesimo e altri amici. Sul calcio scommesse mi viene in mente che se per i primi casi di molti anni fa poteva avere ragione quel mio amico giornalista sportivo che mi disse che la domanda giusta da porsi non era “perché” dei giocatori mediamente super pagati avrebbero dovuto vendersi le partite, ma invece “perché no?”. Però adesso, che periodicamente questi scandali vengono fuori, la domanda da farsi è “ma sono cretini questi calciatori?”, e la risposta è “si!”. Intanto Prandelli rischia di veder sparire un giocatore dopo l’altro dalla Nazionale, una sorta di “11 piccoli indiani” parafrasando Agatha Christie. Senza contare la figura di stramerda che sta facendo Buffon che, attaccando gli inquirenti, con la superiorità tipica di un uomo piccolo nonostante il suo metro e 90 ha parlato di “50 sfigatelli”, badate non di 50 corrotti o disonesti ma di piccoli sfortunatelli e mezze tacche, insomma di “caporali” e non di uomini. Buffon, non va dimenticato, qualche anno fa si doveva invece sentire un vero uomo e per dimostrarlo si scriveva a pennarello sulla maglia il motto neofascista “Boia chi molla”. Calcio e politica sono intrecciati, l’ennesima prova la danno i giornali di centrodestra che sul caso Buffon, parlano della vendetta della magistratura che avrebbe “voluto” scoprire, a carico del portierone, ben un milione e mezzo di euro “spesi” in un anno in una tabaccheria di Parma, forse per scommesse: sennonché i calciatori tesserati non possono scommettere.
Benedetto XVI, le sue carte segrete, il “Corvo” Paoletto, Il cardinal Bertone, l’arcivescovo Viganò che Bertone ha esautorato in Vaticano e “promosso” Nunzio Apostolico a Washington dopo la famosa lettera indirizzata al Papa. E poi la lettera del cardinale Dionigi Tettamanzi sulla “governance” dell’università Cattolica e del “Policlinico Gemelli”, e quella del cardinale Attilio Nicora sul rifiuto dello Ior di chiarire i movimenti bancari in vista della legge vaticana antiriciclaggio. Tutta roba di prima qualità, ammettiamolo.
Gianni Caverni

Print Friendly, PDF & Email

Translate »