energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scippano impiegata della Moby ma vengono acciuffati dai carabinieri Notizie dalla toscana

Poco dopo le 11.00 di oggi, 12 giugno, una quarantenne impiegata di Moby, la società che gestisce i traghetti dell'Arcipelago toscano, ha ritirato gli incassi delle attività di bordo come suole fare periodicamente. Con una borsa contenente circa 47.000 euro, Alessia Marcheschi ha quindi fatto ritorno in ufficio ma ad attenderla ha trovato, sul portone di ingresso della sede amministrativa di Moby, in via Ninci a Portoferraio, due giovani. Uno di essi, il più corpulento, l'ha aggredita alle spalle per strapparle la borsa. In aiuto della quarantenne è intervenuto anche un anziano che aveva notato la scena dai giardini che si trovano davanti alla sede di Moby. Il giovane, però, ha preso a calci la donna e scaraventato a terra l'anziano, quindi è fuggito con il suo complice per le vie di Portoferraio. Per la donna è stato necessario un ricovero al Pronto Soccorso per accertamenti, mentre per l'anziano, a parte la paura, si è registrata solo qualche escoriazione. Dopo essere fuggiti a piedi, i due malviventi hanno tentato di dileguarsi verso Porto Azzurro a bordo di un ciclomotore, ma sono stati fermati ed arrestati dai carabinieri.
Nella serata di ieri, 11 giugno, sul lungomare livornese si è invece verificata una rapina in villa. Tre uomini incappucciati e forse stranieri si sono introdotti in una villetta da un ingresso posteriore ed hanno sorpreso i proprietari di casa, una coppia di anziani, nel sonno. Dopo aver schiaffeggiato il settantenne, i malviventi hanno minacciato la moglie sessantaquattrenne con dei cacciaviti, quindi si sono fatti indicare dov'era la cassaforte e sono fuggiti con essa a bordo dell'auto della donna. Sulla vicenda indagano i carabinieri livornesi.

Foto: http://www.bagheriachannel.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »