energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scompare a Lisbona lo scrittore Antonio Tabucchi Cultura

 Antonio Tabucchi, scrittore, pisano e portoghese, è morto stamattina a Lisbona per un male incurabile. Scrittore: uno dei più grandi e straordinari scrittori dei nostri tempi, tradotto in 40 paesi, vincitore di numerosi premi fra cui  Me'dicis e'tranger per "Notturno indiano" e il Super Campiello, il Premio Scanno e il Premio Jean Monnet per la Letteratura Europea per "Sostiene Pereira", la sua opera più famosa, pubblicata nel 1994 e da cui il regista Roberto Faenza trasse un famoso film in cui Pereira ha la voce e il volto di Marcello Mastroianni. Pisano: era la sua città natale, dove nacque nel 1943. In Italia viveva sei mesi all'anno, insegnando letteratura all'Università di Siena. Portoghese: del Portogallo lo aveva affascinato inanzitutto Fernando Pessoa,  della cui opera diventò il maggior critico e traduttore.

Una fascinazione risalente agli anni 60, "contratta" da studente alla Sorbona, e che lo porterà a immergersi completamente nella lingua portoghese, nel paese, negli affetti, con il matrimonio con la portoghese Maria Josè de Lancastre, che condividerà con lui anche la grande avventura pessoiana. Ed è proprio a Lisbona, città natale della moglie e dove viveva i sei mesi all'anno che non risiedeva in Toscana, che Antonio Tabucchi ha deciso di morire. E dove resteranno le sue spoglie.

 

foto http://rumors.blog.rai.it/2010/11/29/antonio-tabucchi

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »