energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scontro Diocesi-Comune a Pistoia su un parcheggio interrato Notizie dalla toscana

"Nessuno sfruttamento speculativo, solo il tentativo trasparente di affrontare le spese ingenti per restaurare il complesso di San Bartolomeo. La decisione finale spetta al Comune e qualunque essa sia, sarà accettata con serenità e senza riserve”. In sintesi, è questo il senso di una nota che Parrocchia di San Bartolomeo e Curia di Pistoia hanno rilasciato sul progetto teso a costruire un parcheggio interrato – 300 posti circa di cui 100 per residenti e 200 a rotazione cui vanno sottratte le 50 auto oggi parcheggiate nella piazza – nell'area sud del complesso di San Bartolomeo.“Vedere definita come speculativa questa operazione – scrive la nota – non solo non risponde al vero, ma amareggia ed è oggettivamente un giudizio ingiusto”.  L'obiettivo di Parrocchia e Diocesi nell'ottica del bene comune è solo quello di affrontare i lavori di restauro nel complesso di San Bartolomeo. Quel parcheggio risulta previsto negli strumenti urbanistici comunali di Pistoia con la parallela eliminazione della sosta in piazza San Bartolomeo. Diocesi e parrocchia, su regolari previsioni urbanistiche del Comune, si sono dunque limitati a presentare un piano di recupero “avendo effettuato una accurata e preliminare indagine archeologica sotto il controllo della Soprintendenza nonché una approfondita analisi geologica che, entrambe, hanno reso possibile la fattibilità dell'intervento”. La Diocesi ricorda anche che il progetto è stato “vagliato e approvato” da tre Conferenze dei Servizi nonché condiviso dalla Giunta comunale precedente, quella guidata dal sindaco Berti.

Foto:www.paesaggiosos.blogspot.com

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »