energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Scritte no vax al Mandela Forum, a Castelfiorentino e a Empoli Breaking news, Cronaca

Firenze – Scritte no vax scoperte stamattina nell’hub allestito al Palasport Mandela dagli operatori sanitari. Le scritte sono state vergate la notte scorsa e gli operatori sanitari hanno avvertito la Digos, che giunta sul posto ha fotografato le scritte dando il via alle indagini.

Dalla Regione arriva la conferma che non c’è stato alcun ingresso al Mandela Forum durante il blitz notturno dei ‘no Vax’. La struttura adibita ad hub per i vaccini anticovid è e resta ben controllata e presidiata: le scritte lasciate hanno interessato solo parti esterne al centro vaccinale, dove l’attività prosegue come sempre. Il presidente Eugenio Giani precisa: “Condanniamo qualsiasi comportamento che provochi danno o che tenti di rallentare le vaccinazioni di chi responsabilmente difende la propria e l’altrui salute. Come Regione continueremo con l’invito a vaccinarsi rivolto a tutta la popolazione”.

I no vax intanto hanno colpito anche a Castelfiorentino, dove, sempre, la scorsa notte ignoti, dopo aver scavalcato un muro di recinzione, hanno imbrattato il gazebo adibito a postazione “drive through” di via Cerbioni con delle scritte in vernice rossa riconducibili a contestazioni “No Vax”. La denuncia è stata presentata in tarda mattinata presso il locale Comando Stazione Carabinieri dal responsabile della sede operativa di Castelfiorentino che, all’apertura, si è reso conto dell’imbrattamento. Dalle prime indagini sono emersi elementi di collegamento con il gruppo “V_V” altrimenti conosciuto come “Vivi perché liberi – Forza di lotta non violenta per la libertà e i diritti umani”.
Le scritte sono state subito rimosse e i luoghi resi immediatamente disponibili per l’utenza che intende vaccinarsi.
Nuovo colpo dei no vax anche a Empoli, dove, nel pomeriggio, ad essere colpito è stato il “drive through” in via San Mamante nei pressi del centro commerciale Coop. Dalle prime indagini  dei Carabinieri sarebbero emersi elementi di collegamento con il gruppo  “Vivi perché liberi – Forza di lotta non violenta per la libertà e i diritti umani” autori anche dell’imbrattamento al Mandela Forum. Le scritte sono state subito rimosse e i luoghi resi immediatamente disponibili. Sia a Empoli che a Castelfiorentino le attività non sono state sospese, mentre i Carabinieri continuano a indagare.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »