energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scuola di Fiesole, Blasi: “Il mio compito era gestire la transizione” Cultura

Fiesole – E’ stato un  motivo politico, per marcare un “taglio netto” fra la vecchia giunta e le sue nomine e la nuova amministrazione, quello che ha portato il sindaco di Fiesole, Anna Ravoni, a rimuovere Paolo Blasi, professore emerito di fisica, ex rettore dell’Università di Firenze, dalla presidenza della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole.  Al netto di eventuali altre motivazioni rimaste oscure, di questo è convinto lo stesso interessato, che “avrebbe desiderato – spiega a Stamp – portare a termine il mandato che 6 anni fa gli era stato richiesto da Piero Farulli, il fondatore della più avanzata Scuola di Musica privata italiana”.

Il mio compito era quello di gestire la transizione, di traghettare la Scuola dalla gestione Farulli-Verchiani a una nuova  fase, svecchiando i vertici dell’Istituzione, cosa che ho fatto come dimostra l’età dei nuovi responsabili”.

Quindi non c’è alcuna motivazione neanche di carattere finanziario nella decisione presa dalla prima cittadina…
Ho portato 6 milioni di euro alla scuola per i diversi interventi strutturali e il passivo nel bilancio della Fon dazione è di appena 40mila euro, a fronte di un debito del Comune di 100mila che non ho mai richiesto

Rimarrà dunque un  sostenitore della Torraccia?
Sono stato uno dei fondatori della scuola e sono entrato nel consiglio prima per volontà di Vannino Chiti e successivamente di Leonardo Domenici.  Ora bisogna pensare al suo futuro”.

Intanto, domenica prossima 30 novembre alle 12, Blasi sarà salutato dalla Scuola e si iscriverà all’Associazione degli Amici per continuare a dare il suo contributo.

Foto: Fiesole.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »