energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scuola dell’Infanzia e Asili Nido: Firenze come Roma, Napoli o Venezia Breaking news, Cronaca

Firenze – Esternalizzare o riprogrammare il settore educativo seguendo una filosofia pubblico-privata, questo l’indirizzo degli ultimi anni a Firenze per garantire, a detta degli amministratori locali, alti standard davanti all’impossibilità di provvedere alle carenze di organico e strutturali.
Qualcosa però sembra essere cambiato a livello nazionale ed alla vigilia della ripartenza di settembre c’è chi tenta di portarsi avanti. Una riflessione preventiva tesa, forse, a scongiurare che l’argomento diventi d’attualità quando sarà oramai troppo tardi per un ravvedimento.
Con l’approvazione del Decreto Enti Locali ora i Comuni “hanno la possibilità per il settore educativo di procedere alle assunzioni, uscendo dal vincolo del turn over esclama l’Unione Sindacale di Base del Pubblico Impiego che da Palazzo Vecchio da tempo combatte una lotta serrata contro la privatizzazione dei servizi.

La ricerca della stabilizzazione rispetto al precariato sembra dunque essere diventata un traguardo raggiungibile. “Lo stanno già facendo le Giunte Comunali di Napoli guidata da De Magistris, la Giunta di Roma guidata da Virginia Raggi ed anche quella di Venezia guidata da Brugnaro solo per citare le principali città. Non solo si può assumere ma anche procedere a stabilizzare il personale precario che ne ha i requisiti, dando così risposta a tanti lavoratori” segnala il sindacato.

Inoltre “Le assunzioni sarebbero anche facilmente effettuabili esistendo graduatorie di concorso ancora in vigore” avvertono i rappresentanti di Base di Palazzo Vecchio.

L’accusa: “La Giunta Nardella- Giachi (PD) pare non sentirci da quell’orecchio e continua nella strada intrapresa di privatizzazione e esternalizzazione dei servizi, dando ulteriore riprova che il problema è solo politico, cioè di scelte chiare che vanno nell’indirizzo della dismissione della gestione diretta dei servizi, cedendoli a soggetti terzi. Noi chiediamo un immediato cambio di rotta alla Giunta, perché per ripensare sugli errori fatti non è mai troppo tardi. Da parte nostra insieme alle lavoratrici ed ai lavoratori del settore rilanceremo sin dalla riapertura a settembre, la mobilitazione per la difesa dei servizi pubblici a gestione diretta” è l’avviso che l’USB lancia all’Amministrazione fiorentina.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »