energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scuola, presidio dei precari, delegazione ricevuta in Palazzo Vecchio Breaking news, Foto del giorno

Firenze  – Un presidio si è tenuto sotto le finestre di Palazzo Vecchio, lato via de’Gondi, da parte dei precari della scuola. Il presidio, che vedeva le bandiere di Cobas e FLC Cgil, voleva mettere il punto sul caos che in questo momento sta avvendendo alla riapertura delle scuole.

“In concomitanza con l’inizio del consiglio comunale di Firenze noi precari scendiamo in piazza per denunciare la situazione di caos che la scuola sta vivendo in generale e a Firenze in particolare – spiegano i precari –  le nuove graduatorie provinciali per il reclutamento del personale supplente (GPS) pubblicate dall’Ufficio Scolastico Provinciale il 1 settembre contengono numerosissimi errori. Sono state fatte con troppa fretta e con altrettanta fretta si sta procedendo a convocazioni che assegneranno i posti in base a punteggi sbagliati che nel corso dell’anno, ad attività iniziate, potrebbero essere modificati. Un caos totale”.
Come risolvere il problema? “Potrebbe essere affrontato in maniera più efficace se la procedura di convocazione avvenisse in presenza. L’ Ufficio Scolastico Provinciale lamenta la disponibilità di spazi adatti date le norme covid e siamo quindi oggi qui ma per chiedere alla politica locale un piccolo aiuto per permettere un grosso passo avanti, ad esempio facendosi mediatrice presso l’Ufficio Scolastico Provinciale e mettendo e a disposizione per queste procedure in presenza spazi come il Mandela forum o la Fortezza da Basso”, si legge nella nota.
Su questa ed altre questioni, il presidio ha atteso di potere incontrare l’assessora Sara Funaro, che tuttavia non era presente in aula. La presidente della Commissione istruzione, lavoro e formazione Laura Sparavigna e il capo segreteria dell’assessorato all’istruzione hanno ricevuto, insieme al capogruppo del Partito Democratico Nicola Armentano, una delegazione degli insegnanti precari. La presidente, il capo segreteria ed il capogruppo PD hanno ascoltato le richieste portate avanti dai precari ed hanno assicurato attenzione sulla vicenda proponendo anche di ricevere una delegazione direttamente in Commissione istruzione, lavoro e formazione. “L’amministrazione comunale approfondirà nelle sedi opportune la questione, di cui in parte è già a conoscenza, affinché si arrivi ad una soluzione per i tanti insegnanti, e personale ausiliario, che la stanno aspettando per il benessere della comunità educante, per la qualità dell’istruzione dei nostri ragazzi, per la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori”, conclude la nota.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »