energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Comuni ricicloni: 9 in Toscana. Montelupo vincitore assoluto del Centro Ambiente

Oggi a Roma vengono premiati i Comuni Ricicloni 2012, quei comuni che contribuiscono, non solo all'economia e alla tutela ambientale del proprio territorio con un'elevata perecentuale di raccolta differenziata, oltre il 65%, ma anche al contenimento di circa 3 milioni di tonnellate di CO2 a scala globale. Nella classifica nazionale del concorso Comuni ricicloni 2012 realizzato da Ecosportello Rifiuti, sportello informativo di Legambiente per le pubbliche amministrazioni sulle raccolte differenziate, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare, la Toscana conferma un trend positivo, salendo dal 12° posto al 9° rispetto al 2011, con 13 comuni (erano 8 nel 2011) ed una percentuale del 4,5% rispetto al 2,8% dell'anno precedente. I  9 comuni ricicloni della Toscana, Montelupo Fiorentino (FI), Cerreto Guidi (FI), Montespertoli (FI), Fucecchio (FI), Serravalle Pistoiese (PT),  Vinci (FI), Capraia e Limite, Lamporecchio, Larciano sono serviti da Publiambiente che ha intrapreso la scelta di organizzare il servizio di raccolta differenziata “porta a porta”. Oltre alla Toscana e alle Marche nessuna altra regione risulta nella classifica che rappresenta il Centro Italia.
Montelupo Fiorentino (FI), risulta peraltro comune vincitore assoluto come migliore indice di buona gestione sopra i 10mila abitanti dell'area Centro e della Toscana con un indice di buona gestione del 67,89 ed una percentuale di raccolta differenziata del 86,8% e 127,9 kg di C02 pro capite risparmiati.
Fucecchio nel 2011 ha superato il 91,3% di raccolta differenziata, sempre con la raccolta dei rifiuti “porta a porta” . Il sindaco di Fucecchio, Claudio Toni, annunciando ieri il ritiro del premio ha ringraziato i cittadini (9 luglio Fucecchio premiato come "comune riciclone 2012"): “Voglio ringraziare i cittadini di Fucecchio che hanno dimostrato un grande senso di responsabilità nell’attuare il nuovo sistema di raccolta. Domani ritirerò il premio per il comune che in realtà è un premio proprio ai cittadini e al loro comportamento virtuoso”.
Publiambiente gestisce il porta  a port anche nei comuni di che anche Castelfiorentino,  Certaldo, Empoli , Montaione e Gambassi Terme

Centri sotto i 10mila abitanti. Sempre in base all'indice di buona gestione, per quanto riguarda i comuni sotto i 10.000 abitanti troviamo al terzo posto dell'area centro Capraia e Limite (FI) con 7.403 abitanti, un indice del 74,27, una percentuale di RD di 87,0% e il 105,7 di Kg C02 procapite risparmiati. Ci sono due Comuni del pistoiese rispettivamente al quinto e sesto posto della classifica: Lamporecchio con 7.689 abitanti, un indice di buona gestione del 67,20 ed una perentuale di 88,5 per 119,7  di Kg C02 procapite risparmiati, segue Larciano con 6.450 abitanti e un indice di 65,64, una percentuale 89,0% ed 117,6 di Kg C02 procapite risparmiati.

I vincitori nazionali. Vincitore assoluto italiano, tra i centri > 10.000 abitanti, è Ponte alle Alpi con raccolta differenziata (RD) 87,7% , indice di buona gestione (IBG) 81,5%, kg 121,3 di CO2 pro capite risparmiati.  Nella classifica capoluoghi al Nord vince Pordenone con RD 77,5%, IBG 59,84, e 120,6 kg CO2/pro capite risparmiati, al Centro nessun capoluogo ha superato le soglie del 65% di RD, al Sud vince Salerno con RD 68,4%, IBG 47, 105,7 kg CO2/procapite risparmiati.
Tra i centri < 10.000 vincitore al Nord, il fratello nordico di Montelupo fiorentino, è Preganziol (TV), mentre il fratello meridionale e insulare di Montelupo è Sala Consilina (SA).
Nella classifica dei centri < 10.000 vincono al Nord Vattaro (TN), Oriolo Romano (Rm) al Centro, e Tortorella (Sa) al Sud e isole

Il concorso. L’asticella si è alzata al 65% di raccolta differenziata finalizzata al recupero dei rifiuti raccolti nel corso del 2011: questo, il limite da superare nella XIX edizione del concorso di Legambiente per accedere alle graduatorie dei comuni ricicloni d’Italia. Si tratta dell’obiettivo che la legge italiana (art. 205 del Testo unico Ambiente) ha previsto per l’anno in corso, ma che la Giuria ha deciso di anticipare per rimarcare che “Comuni Ricicloni” è un premio all’eccellenza. Se la soglia minima di raccolta differenziata finalizzata al recupero, è la condizione per essere considerato “riciclone” da Legambiente, la classifica viene determinata dall’Indice di Buona Gestione che rappresenta l’insieme di azioni intraprese dal comune per governare i rifiuti prodotti dai cittadini: viene considerata la produzione totale di rifiuti pro capite (e quindi le azioni di riduzione), la separazione di rifiuti pericolosi, i metodi di raccolta e l’efficienza del sistema.
Le modalità del concorso sono state stabilite dalla Giuria con i seguenti criteri: la percentuale di raccolta differenziata è stata determinata sulla base delle somme dei rifiuti avviati a riciclo e di quelli avviati a smaltimento, le raccolte differenziate che nel corso del 2011 non sono state destinate ad impianti di recupero, non sono tenute in considerazione; nel conteggio della raccolta differenziata è stata considerata solo la parte effettivamente recuperata, mentre non rientrano nella somma delle raccolte diffrenziate i rifiuti pericolosi destinati a smaltimento, i rifiuti cimiteriali, gli inerti e la  parte di spazzamento stradale avviata a recupero (sono stati esclusi sia dal conteggio delle raccolte differenziate, sia dagli R.S.U. a smaltimento).
Comuni Ricloni 2012 è stato realizzato in collaborazione con: Conai, Federambiente, Fise Assoambiente, Anci, Cial, Comieco, CoRePla, CoReVe, Ricrea, Rilegno, Consorzio Italiano Compostatori, Centro di Coordinamento RAEE, Achab Group, Scuola Agraria del Parco di Monza e la rivista Rifiuti Oggi.

Immagine Legambiente Toscana
 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »