energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Primi sei mesi 2014, al Polo Museale 210mila visitatori in più Cultura

Firenze –  Numeri “felici” quelli che escono dalla Sovrintendenza fiorentina e che danno conto del flusso dei turisti nei musei cittadini: tra quelli a pagamento, il salto maggiore è quello registrato dal circuito Giardino di Boboli/Museo degli Argenti/Galleria del Costume/Museo delle porcellane di Palazzo Pitti: 79.076 visitatori in più, pari al 20,59%. A seguire, la Galleria degli Uffizi ( +42.396 visitatori, pari a +4,73%), la Galleria dell’Accademia ( 37.269 visitatori, pari a +6,38%), le Cappelle Medicee (+10.181 visitatori, pari a +6,71%), il Museo nazionale del Bargello (+8.016 visitatori, pari a +7,61%), il Museo di San Marco (+7.237 visitatori, pari a +8,80%), i musei del circuito Galleria Palatina/Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti (+6.538 visitatori, pari a +2,93%) e il Museo di Palazzo Davanzati che nei primi sei mesi del 2014 ha visto 2.792 persone in più rispetto allo stesso periodo del 2013, con un incremento dell’11,35%. “Poche voci, tra le attività che caratterizzano la crescita del Paese, raggiungono un aumento paragonabile di punti percentuali – commenta il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini -. Credo che il dato confermi l’opportunità dell’attuale tendenza governativa, a incrementare gli investimenti pubblici e a incoraggiare quelli privati nel settore della cultura”. Per quanto riguarda i musei a ingresso libero, incrementi a doppia cifra per la Sala del Perugino (+73,84%), il Museo di Casa Martelli (+72,91%), la Villa medicea di Cerreto Guidi (+64,42%), Orsanmichele (+37,08%), il Cenacolo di Andrea del Sarto (+34,81%), la Villa medicea de La Petraia (+23,31) e per la Villa medicea di Poggio a Caiano (+20,43%). Passando a un confronto fra i vari mesi in esame, il maggior incremento se lo aggiudica aprile con +19,18% visitatori); seguono gennaio a +15,24%, maggio con +9,19%, giugno +4,57% e febbraio +2,13%. Unico con segno meno, il mese di marzo con -2,22% di presenze rispetto allo stesso mese del 2013.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »