energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Semidistrutto il treno Minuetto della linea Empoli-Firenze Notizie dalla toscana

Notizie di atti di (a)normale vandalismo giungo un po’ da tutto il territorio toscano. Alla stazione di Empoli, in provincia di Firenze, è stato danneggiato nella mattina di oggi, 21 marzo, un treno regionale. Dopo un analogo atto vandalico verificatosi al Minuetto per Firenze lo scorso 6 marzo, i vandali hanno rotto i vetri di 9 finestrini del convoglio e cosparso l’interno delle carrozze con la schiuma di un estintore. Il danneggiamento del treno ha causato la cancellazione di 3 corse fra Empoli e Firenze Santa Maria Novella ed un danno economico che, secondo le stime di Ferrovie dello Stato, si aggirerebbe attorno ai 10.000 euro. Il treno Minuetto dovrà sostare per una settimana in officina per i lavori di riparazione. «Un atto di vandalismo inqualificabile che non solo ha prodotto danni ingenti, ma ha anche causato gravi disagi a tantissimi cittadini», ha commentato l’accaduto l’assessore regionale ai Trasporti, Luca Ceccobao. «Sono azioni insensate – ha aggiunto – che rendono inutilizzabile un bene utilizzato per il trasporto pubblico e che quindi finiscono per riverberarsi sull’intero servizio e su chi ne fruisce, studenti, pendolari, cittadini che hanno bisogno di spostarsi».
Avrebbe origine dolosa, invece, un incendio divampato nella notte di ieri, 20 marzo, nel piazzale di una ditta di trasporti di Calenzano (Firenze). Nel rogo, per spegnere il quale sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco provenienti da Firenze e Prato, sono stati bruciati quattro camion, mentre un quinto tir è stato gravemente danneggiato. Secondo i pompieri, non vi sarebbe traccia di innesco, ma le fiamme, che sono state spente dopo circa due ore, potrebbero comunque aver avuto origine dolosa. Sull’accaduto indagano adesso i carabinieri.
Ammonterebbe, infine, a circa 20.000 euro il danno causato ad Enel dalle 13 persone che oggi, 21 marzo, i carabinieri di Livorno hanno denunciato per associazione a delinquere finalizzata al furto di energia elettrica (5 persone) e per concorso in furto aggravato (8 persone) nella città labronica e sull’isola d’Elba. Enel aveva da tempo segnalato alcuni sospetti furti di energia ed un calo del consumo elettrico del 60% sull’isola dell’Arcipelago toscano. Grazie ai controlli dei tecnici della società che gestisce l’energia elettrica, è stato possibile risalire ai ladri di luce che avevano manomesso i contatori con un atto di vandalismo finalizzato alla truffa.

Foto: http://static.blogo.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »