energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sempre più toscani scelgono omeopatia ed agopuntura STAMP - Salute

In Italia ogni anno il 15% circa della popolazione fa ricorso alle medicine complementari. Da recenti sondaggi è emerso che in Toscana la percentuale è ancora più alta, con un cittadino su cinque che afferma di conoscere ed utilizzare omeopatia (18%) ed agopuntura (14%). L’omeopatia, in particolare, è utilizzata anche in ambito pediatrico ed il 25% circa degli intervistati dall’Agenzia regionale di sanità ha affermato di curare i propri figli con medicine omeopatiche. Dagli anni Novanta la Toscana ha promosso un percorso di integrazione fra medicina e medicine complementari, creando due strutture di riferimento a Firenze (Centro Fior di Prugna dell’Asl di Firenze e Centro di medicina integrativa di Careggi) ed una a Lucca (Centro di omeopatia dell’ospedale Campo di Marte). In totale sono ben 106 le attività di medicina complementare promosse sul territorio toscano: 54 di medicina tradizionale cinese ed agopuntura, 29 di omeopatia. 9 di fitoterapia e 14 di medicina manuale o altre discipline. Data l’importanza delle medicine complementari assunta negli ultimi anni in Toscana, venerdì 21 e sabato 22 settembre presso il Palazzo dei Congressi di Firenze si terrà il quinto congresso europeo di medicina integrata. Le precedenti edizioni si sono tutte tenute in Germania, ma quest’anno è stata scelta la Toscana proprio in quanto ha da tempo puntato su omeopatia ed altre cure complementari. «Quella toscana è considerata una delle esperienze italiane più efficaci in questo campo e punto di riferimento anche a livello europeo», ha spiegato l’assessore regionale al Diritto alla salute, Luigi Marroni. Il congresso, dal titolo “Il futuro dell’assistenza globale e del paziente. Promuovere la salute e lo sviluppo di un trattamento integrato e sostenibile del paziente acuto e cronico”, sarà presentato ufficialmente alle 18.00 di giovedì 20 settembre presso il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e vedrà la partecipazione di oltre 1.000 studiosi provenienti da 45 Paesi del mondo. Previsti workshop sulle tecniche di medicina tradizionale cinese, agopuntura addominale, danza terapia e musicoterapia. Importanti studiosi internazionali dedicheranno invece i loro interventi  all’oncologia integrata, alla terapia del dolore cronico e acuto, alla medicina di genere, alla veterinaria integrata, la gravidanza, il parto ed il puerperio, alle malattie allergiche, alla pediatria, la salute mentale, l’alimentazione, i disturbi e le dipendenze alimentari.

Foto: http://www.dietagratis.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »