energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sentenza Tar – Scarlinoenergia, Regione a fianco dei lavoratori Notizie dalla toscana

E' quanto è stato ribadito, spiega la Regione, nell'incontro che ieri sera i vertici dell'azienda, le rsu e i sindacati confederali hanno avuto a Firenze, in Palazzo Strozzi Sacrati, con il presidente della Toscana Enrico Rossi e l'assessore regionale all'ambiente Anna Rita Bramerini.   All'incontro erano presenti anche il sindaco di Scarlino Maurizio Bizzarri, l'assessore della Provincia di Grosseto Cinzia Tacconi, il presidente di Confindustria Grosseto Mario Salvestroni e di Confindustria Toscana Antonella Mansi con  i rispettivi direttori.   Durante il vertice, si spiega, è stato fatto il punto sulla ''pesante situazione che si va determinando per l'azienda e per tutto il polo industriale di Scarlino a seguito della sentenza del Tar che ha annullato le autorizzazioni in essere. Le preoccupazioni manifestate da sindacati e azienda riguardano il fronte occupazionale con il rischio per i posti di lavoro e un conseguente temibile effetto domino che l'interruzione dell'attivita' di Scarlino Energia produrrebbe sia sull'indotto che sulle altre imprese del polo, soprattutto la Nuova Solmine e la Tioxide''. Rossi e Bramerini, afferma la  Regione, ''si sono resi disponibili a incontrare le maestranze e i soggetti interessati sul territorio e a mettere a disposizione gli uffici regionali per verificare, insieme alla Provincia di Grosseto, le possibili soluzioni dal punto di vista amministrativo utili a scongiurare il rischio di una chiusura definitiva dell'impianto mettendo anche a disposizione il ruolo di Fidi Toscana che potrà essere utile per gestire gli effetti che dal punto di vista finanziario la sentenza produce sulla stabilità dell'azienda''. Apprezzamento infine è stato espresso per l'impegno e le scelte assunte in questa settimana dalla Provincia di Grosseto: grazie all'ordinanza emanata dal presidente Marras è stato evitato il blocco totale dell'attivita' ''di uno dei più importanti poli industriali della Toscana che, a differenza di quanto accade purtroppo in altre aree della della nostra regione a partire da quella di Piombino, è stato sottolineato all'incontro, è l'unico polo dove alcune aziende, in controtendenza alla crisi, hanno fatto investimenti consistenti. Il che rende le conseguenze della sentenza ancora più pesanti da sopportare''. (com)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »