energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Homeless, inaugurato oggi l’Help Center Cronaca

A venti giorni dal Natale, arriva anche a Firenze un nuovo centro di ascolto per i senza fissa dimora, grazie al contributo di Enel e Ferrovie dello Stato che hanno concesso in comodato d'uso gratuito all'associazione Acisif- l'associazione che gestisce il centro e che opera alla stazione già dal 1902- i locali al secondo binario. Inaugurato stamani alla presenza delle autorità cittadine, il sindaco Matteo Renzi e assessore al sociale Stefania Saccardi, a fianco dell'ad di Fs, Mauro Moretti, e del consigliere delegato di Enel, Gianluca Comin, l'help center (81 mq rispetto ai 17 del vecchio locale al primo binario), funzionerà da centro d'ascolto, offrendo un servizio di primo orientamento alle persone disagiate che frequentano l'area della stazione. L'obbiettivo è infatti quello di fornire alle persone più bisognose un sostegno immediato, in collaborazione con i servizi sociali della città, che avvieranno i necessari percorsi di assistenza alternativi alla permanenza in stazione.

Perché le persone senza fissa dimora a Firenze, purtroppo, non mancano. Secondo la prima ricerca nazionale sugli homeless condotta a ottobre dall'Istat, la città gigliata è infatti quarta in Italia nella classifica, poco lusinghiera, per numero di homeless, con circa 2mila individui che vivono per strada, di cui il 60% stranieri. “Nel 2011 abbiamo incontrato più di 3mila persone, di 58 nazionalità diverse, offrendo loro corsi gratuiti di italiano, educazione civica, informatica- spiega Adriana Grassi, presidente di Acisif- e quest'anno abbiamo avuto più di mille nuovi ingressi nel centro”. Grazie al lavoro dell'associazione, nei primi mesi del 2012, 12 donne hanno ritrovato un lavoro: “Il nostro compito prioritario è quello di permettere che le persone disagiate possano innanzitutto trovare un impiego- aggiunge ancora Grassi- mentre spetta al Comune il compito di trovare una sistemazione abitativa adeguata”. Ed è infatti la mancanza (o perdita) del lavoro ad essere la prima causa del problema: secondo l'indagine Istat, ben il 61,9% dei senza dimora ha infatti perso un lavoro stabile, mentre il 59,5% si è ritrovato per strada a seguito della separazione dal coniuge.

Sul fronte abitativo, l'assessore Saccardi precisa: “Al momento sono 40 le persone ospitate nella casa di accoglienza “”Casa Serena”, in via Nazionale, mentre altre saranno accolte dall'Albergo Popolare”. Infine il sindaco Renzi, ringraziando le Ferrovie dello Stato e Enel, promotrice del progetto di solidarietà “Un cuore in stazione” che ha permesso a Firenze di essere l'undicesima stazione con un help center rinnovato, ha tenuto a precisare come questo luogo diventerà per i fiorentini uno dei luoghi più significativi della città. Al termine dell'inaugurazione si è tenuta la benedizione dei locali da parte del Cardinale Giuseppe Betori, contestualmente all'apertura della nuova cappella, immediatamente a fianco del centro d'ascolto.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »