energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Serie di arresti dei carabinieri di Arezzo Notizie dalla toscana

Arezzo – Serie di arresti dei carabinieri aretini. Nella giornata di oggi, lunedì 3 novembre, a San Giovanni Valdarno i militari hanno tratto in arresto un trentunenne originario di Firenze, ma residente in Valdarno, nei cui confronti il Tribunale di Firenze aveva emesso un ordine di esecuzione, dovendo lo stesso scontare quattro mesi e trenta giorni di reclusione in regime di detenzione domiciliare per truffa, furto e insolvenza fraudolenta.

Denunciato, sempre a San Giovanni Valdarno, un quarantasettenne per furto e rapina aggravata. Il 22 settembre scorso in Terranuova Bracciolini l’uomo si era reso responsabile di uno scippo nei confronti di una sessantasettenne del luogo alla quale, per sottrargli la borsa contenente 120 euro e i documenti, aveva cagionato delle lesioni alle braccia. Nell’immediatezza l’uomo era stato rintracciato dai militari dell’Arma e tratto in arresto, essendo stato peraltro riconosciuto quale autore di altri due scippi commessi a Terranuova Bracciolini a danno di due donne. Sull’autovettura dell’uomo erano stati rinvenuti degli arnesi da scasso e l’abbigliamento utilizzato al momento della commissione degli eventi criminosi. Ulteriori indagini hanno consentito adesso ai carabinieri di accertare che l’uomo, sempre nel mese di settembre, si era reso responsabile di altri quattro scippi, commessi due aTerranuova Bracciolini e due aSan Giovanni Valdarno, sempre cui confronti di donne anziane, a cui aveva strappato con violenza le borse.

A Levane i carabinieri hanno, poi, denunciato in stato di libertà un trentaquattrenne ed un quarantunenne residenti in provincia di Pescara per truffa, sostituzione di persona e uso di atto falso. I due avevano messo su un sito on-line l’annuncio della vendita di un aspirapolvere, riuscendo a farsi consegnare da una trentasettenne del Valdarno la somma di 1.000 euro, che si erano fatti accreditare su un conto corrente aperto preso una banca di Pescara con un documento falso, intestato ad altra persona, estranea ai fatti, senza inviare l’oggetto messo in vendita.

A Terranuova Bracciolini, infine, i militari hanno denunciato in stato di libertà un diciannovenne, un ventenne, un ventunenne ed un trentaseienne extracomunitari, residenti in Valdarno, per furto aggravato. La sera del 25 gennaio 2013 i quattro si erano introdotti negli spogliatoi dello stato comunale di Terranuova Bracciolini, rubando undici telefoni cellulari di proprietà dei giocatori di una squadra di calcio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »