energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Serie C: problemi e rinunce, delusi i tifosi del Pontedera Sport

Firenze – Momento difficile per la serie C. Lunga la lista delle società che hanno rinunciato volontariamente ai playoff: Pontedera, Arezzo, Pro Patria, Modena, Piacenza e Vibonese.

La rinuncia del Pontedera è stata severamente criticata dai suoi tifosi. Bisogna capirli. Con una squadra giovane, frizzante il Pontedera è stata una piacevole rivelazione dell’ultimo campionato.

Al forzato stop imposto dal coronavirus il Pontedera è quarto in classifica cioè nel gruppo delle “grandi” del torneo. Giusta l’euforia del mondo amaranto.

Quindi Pontedera super qualificato per i prossimi playoff il vincitore dei quali salirà in serie B con le squadre Reggina, Vicenza e Monza che allo stop per il virus sono in testa ai rispettivi gironi.

Insomma la tifoseria aspettava con grande giustificata fiducia ed entusiasmo questi playoff. Sognare si può. Invece questi malumori hanno indotto i dirigenti del Pontedera a rinunciare volontariamente a questa finale e gli appassionati della cittadina pisana hanno manifestato la loro amarezza.

Partecipare ai playoff significava per la società un notevole sforzo economico senza alcun ritorno (le partite si giocheranno a porte chiuse). E con l’altissimo rischio di essere eliminati da squadre sulla carta più forti come Carrarese, Bari e Carpi. Meglio allora spendere quei soldi al prossimo calcio mercato.

Una rinuncia rispettabilissima. Da valutare attentamente. Ma non condivisa dal popolo amaranto atteggiamento che a provocato le dimissioni del vertice dirigenziale della società. Così dopo otto anni Paolo Boschi lunedì ha lasciato la presidenza in un incontro con il Sindaco di Pontedera Matteo Franconi.

Ora il Pontedera è guidato ad interim del direttore generale Paolo Giovannini in attesa dell’arrivo dei necessari sponsor. Speriamo bene perché “perdere” quella squadra a livello professionisti sarebbe una brutta sconfitta per il calcio toscano.

Tanti ostacoli e tensioni. C’è pure il problema degli alti costi di gestione insostenibili per alcune società. E si chiedono aiuti. Pure in coda problemi : Rimini, Gozzano e Rieti, ultime in classifica dei tre gironi e retrocessi in serie D, minacciano le vie legali.

Davanti ad una situazione così complessa il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha convocato per le ore 11 di lunedì prossimo 22 giugno l’assemblea (in video conference call) delle 60 società di serie C.

Il calendario gare.

COPPA ITALIA

Sabato 27 a Cesena finale Ternana-Juventus (se necessario supplementari e rigori). Chi vince partecipa al primo turno nazionale dei playoff.

PLAYOUT – Gara andata sabato 27 giugno (Pianese-Pergolettese allo stadio di Grosseto); ritorno martedì 30 giugno a Piacenza per l’indisponibilità del campo di Crema.

——————

PLAYOFF –  Fase di girone gara unica 1°) turno mercoledì 1 luglio; 2° turno domenica 5 luglio.

Fase nazionale 1°) turno giovedì 9 luglio; 2°) turno lunedì 13 luglio.

Semifinali venerdì 17 luglio; finali 22 luglio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »