energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Serie C, squadre toscane: finora solo 7.500 spettatori Sport

Firenze – Secondo un’iniziativa di TuttoC com questo sarebbe, al momento, il numero totale degli spettatori paganti delle sei squadre toscane che militano nel girone A della serie C.

1°) Robur Siena 2622

2°)Arezzo 1936

3°)Carrarese 1215

4°)Pistoiese 848

5°)Pontedera 612

6°) Pianese 196.

In tutto circa 7.500 persone. Non è un grande numero. Certamente inferiore alle aspettative. Ma nelle partite che restano da disputare, e sono quelle decisive, quel numero salirà notevolmente visto che Carrarese, Siena ed Arezzo si trovano nell’alta classifica. Ci sono stati diversi episodi che hanno frenato l’affluenza del pubblico allo stadio. A partire dalla Robur Siena, prima delle toscane, che tra le mura amiche è andata malissimo (fortissima invece in trasferta) fino a disamorare i propri tifosi.

La Carrarese, in testa con Savoriano Infantino alla classifica dei marcatori con 16 gol, non ha avuto quell’attacco mitraglia dell’anno prima. Comunque tanto di cappello agli apuani secondi in classifica.

Pure l’Arezzo ha avuto qualche contrasto con la tifoseria. Ad certo punto del campionato indispettita dalle delusioni della squadra (anche sfortunata) l’afflusso del pubblico, in segno di protesta, è stato inferiore al consueto.

Pistoiese a corrente alternata. Guida la classifica dei pareggi chiudendo in parità 16 partite. Ma ha marciato spesso a ritmo ridotto quindi incapace a coinvolgere il grande pubblico.

Il Pontedera meritava una presenza maggiore visto il suo splendido campionato. Ma si tratta di una città non certo con una popolazione molto numerosa. Può darsi anche che molti sportivi di Pontedera non abbiano creduto alla squadra.

Infine la Pianese un borgo di Piancastagnaio (Siena) che milita per la prima volta nella sua storia nel calcio professionisti. Meno di 200 gli spettatori che hanno staccato il biglietto di ingresso, ma ha giustificati motivi. Uno fondamentale : mancanza di un proprio campo. Quindi le partite interne le ha giocate allo stadio di Grosseto. E questo è stato un grande handicap. Poi matricola ha viaggiato con le risorse economiche di un borgo. Nè ha avuto molta fortuna.

Foto: lo stadio Artemio Franchi di Siena

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »