energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Serie C: vola il Pisa, bene Prato, Carrara e Siena Sport

Firenze – Sedicesima giornata del Girone A del campionato della serie C. Il Pisa vince l’atteso derby tirrenico ed infligge alla capolista Livorno la prima sconfitta.

Vittorie interne negli altri due derby toscani : la Carrarese ha liquidato il Pontedera ed il Siena l’Arezzo. E’ tornato al successo anche il Prato; mentre prezioso è stato il pareggio della Pistoiese sul campo dell’Arzachena. Disfatta della Lucchese in casa e sconfitta forse immeritata del Gavorrano.

————–

PISA- LIVORNO 1–0. Il Pisa, dunque, ha prevalso nell’attesissimo derby con il Livorno. Ha deciso la contesa una rete di Eusepi alla mezzora. Nell’ultima parte di questo bellissimo derby – agonismo, emozioni, gran gioco – il Livorno cercava con puntiglio il pareggio. Ma al suo attivo solo un palo. La difesa del Pisa – la migliore in assoluto dell’intero girone con solo 8 reti al passivo – ha tenuto bene e la squadra ha condotto in porto l’ambito successo.

Il Pisa ha portata a quindici la striscia dei risultati utili consecutivi; il Livorno ha incassato la prima sconfitta in campionato. I labronici, rimasti in dieci negli ultimi minuti per l’espulsione per somma di ammonizioni di Maiorino, si sono battuti alla grande, mantengono con un buon vantaggio il primo posto in classifica, ma in realtà il risultato del derby è giusto, perché il Pisa è stato più propositivo, ha creato più occasioni da rete, quando è stato necessario si è difeso con ordine ed autorevolezza.

—————————

ROBUR SIENA – AREZZO 1-0. Decide il derby una rete di Marotta ad una decina di muniti dalla fine di una partita gradevole, condotta su ritmo elevati; più di un’occasione da entrambi le parti.

Festa nel clan bianconero la cui squadra in casa era da tre giornate che non vinceva e che nelle ultime quattro partite ne aveva perdute tre.

Un successo meritato quello dei senesi che hanno dato il meglio di loro, anche se un pareggio non avrebbe fatto gridare allo scandalo. L’Arezzo era imbattuto da cinque  giornate ed ha lottato con ardore in questa “speciale” partita. E’ uscito sconfitto, ma la qualità del gioco che realizza.

——————————

CARRARESE – PONTEDERA 4-1. Pronto riscatto della Carrarese alla bruciante sconfitta di una settimana fa sul campo del Gavorrano.

Ha battuto con merito il Pontedera anche se il punteggio numerico punisce oltre misura gli amaranto pontederesi che interrompono un serie positiva (si sono pure qualificati anche agli ottavi della Coppa Italia). Una sconfitta dovuta in parte  forse anche a cinque importanti assenze.

Comunque il successo degli apuani è fuori discussione visto che anche nel primo tempo hanno tenuto in pugno la partita. Dei quattro gol due sono di Tavano che balza così al comando della classifica dei marcatori.

Apriva le segnature per la Carrarese Bentivegna dopo un quarto d’ora di partita e raddoppiava all’inizio della ripresa Vassallo. Riapriva la contesa Caponi accorciando le distanze; ma nel finale doppietta di Tavano che sembra aver ritrovato il fiuto dl gol de giorni belli.

——————————-

PRATO – OLBIA 1-0. Un Prato “rilanciato” dal successo in Coppa Italia, ha ritrovato dopo oltre due mesi la vittoria anche in campionato. Pur senza il portiere titolare Sarr, Tchanturia, Polo e Gargiulo, ha battuto l’Olbia grazie ad autorete di Ogunseye, ma comunque, tutto sommato, il risultato è giusto. La squadra pratese rispetto ai sardi è apparsa più convinta, dotata di un maggior spirito combattivo. Insomma dopo aver centrato in questa settimana due risultati positivi forse il Prato potrebbe avere imboccato la strada giusta. Ed ha lasciato al Gavorrano (contro i maremmani i pratesi vantavano l’unica vittoria in campionato) l’ultimo posto in classifica.

—————————–

GAVORRANO – PRO PIACENZA 0–1. E’ stata una sfida salvezza con poche emozioni. Il Gavorrano è uscito sconfitto da una rete segnata in extremis da Daniele Alessandro quando ormai sembrava scontato lo zero a zero. Ed il pari sarebbe stato un risultato più giusto. Anche perché il Gavorrano è stato più aggressivo ed aveva creato più occasioni favorevoli. Purtroppo la distrazione della diesa ha messo nelle condizioni gli emiliani di acciuffare un successo insperato. Purtroppo con questo stop il Gavorrano ritorna all’ultimo posto in classifica.

——————————

LUCCHESE – GIANA ERMINIO 0-3. Brutta, bruciante sconfitta interna della Lucchese (la quinta e seconda in casa). Ha interrotto così una striscia di cinque partite utili consecutive. Contro i lombardi del Giana, una Lucchese disorientata non tanto dalla pur importante assenza di Fanucchi, quanto dalla circostanza di aver dovuto giocare per un’ora in dieci causa l’espulsione, rosso diretto, di Baroni (fallo su Chiarello lanciato a rete).

La Lucchese andava sotto dopo un quarto d’ora con rete di Perna. Ma la squadra accennava ad una pronta e tosta reazione. Ma alla mezzora rimasta in dieci la squadra perdeva mordente, convinzione.

Nel finale i lombardi andavano ancora due volte a segno. Prima con Pinardi (75’), poi con Gullit (88’). Per i padroni di casa uno stop mortificante. Peccato.

—————————–

ARZACHENA –PISTOIESE 1-1. Poteva vincere la Pistoiese. Ma una distrazione della difesa “arancione” apriva la strada ai sardi dell’Arzachena per pareggiare in extremis.

La Pistoiese era andata in vantaggio dopo un’ora di partita con Minardi (primo tempo senza reti e con poche emozioni, un paio di occasioni per parte) e veniva raggiunta ad un paio di minuti dalla fine con un gol di Vano. Comunque rimane prezioso questo punticino (otto pareggi e quinto in trasferta) per la classifica della Pistoiese.

———————————

  VITERBESE – CUNEO 3–0

La Viterbese è tornata a vincere in casa dopo un mese e mezzo. Per i laziali è stata una partita facile contro un Cuneo piuttosto modesto. Del resto il risultato numerico (tre gol : Sini, Baldassini, Vandeputte) esprime da solo la differenza tra le due squadre.

———————–

PIACENZA-ALESSANDRIA 2-3. Strano anticipo. L’Alessandria andava avanti di due reti prima con Morosini, poi con Gonzalez e negli ultimi venti minuti si faceva raggiungere e superare con i gol di Corazza, Romero e, nelle battute finali, ancora da Corazza. Per il Piacenza è stata la sesta vittoria e per l’Alessandria, finita in zona playout, la settima sconfitta.

——————————-

    CLASSIFICA

1°) Livorno p. 36;

2°) Pisa p. 31;

3°) Robur Siena p. 30;

4°) Viterbese p. 27;

5°) Olbia, Carrarese e Lucchese p. 23;

8°) Monza, Arzachena e Piacenza p. 21;

11°) Giana Erminio, Pistoiese  p. 20;

13°) Arezzo p. 19;

14°) Pontedera p. 16;

15°) Pro Piacenza p. 14;

16°) Cuneo p. 13;

17°) Alessandria p. 12;

18°) Prato p. 11;

19°) Gavorrano p. 10;

———————————–

CLASSIFICA MARCATORI

10 gol : Tavano (Carrarese);

9 reti : Ragatzu (Olbia) e Bruno (Giana Erminio);

8 reti : Vantaggiato (Livorno);

7 reti : Ferrari (Pistoiese);

6 reti : Murilo e Doumbia (Livorno) e Ceccarelli (Prato); Giudici (Monza); Biasci (Carrarese); Curcio (Arzachana); Fanucchi (Lucchese); Gonzalez (Alessandria); Marotta 8Robur Siena);

5 reti : Moscardelli (Arezzo); Sanna e Vano (Arzachena); Dell’Agnello (Cuneo); Chiarello e Perne (Giana); Pesenti (Pontedera); Guberti (Robur Siena); Jefferson e Razzitti (Viterbese); Eusepi (Pisa);

4 reti : Coralli (Carrarese); Arrigoni e De Vena (Lucchese); Ogunseye (Olbia); Mannini (Pisa).

—————————–

16° GIORNATA

RISULTATI – Piacenza-Alessandria 2-3; Arzachena-Pistoiese 1-1; Carrarese-Pontedera 4-1; Gavorrano-Pro Piacenza 0-1; Lucchese-Giana Erminio 0-3; Pisa-Livorno 1-0; Prato-Olbia 1-0; Robur Siena-Arezzo 1-0; Viterbese-Cuneo 3-0.

Ha riposato il Monza.

————————-

17° GIORNATA

DOMENICA 3 DICEMBRE – Alessandria-Gavorrano ore 14,30; Arezzo-Prato, ore 18,30; Cuneo-Robur Siena, ore 14,30; Giana Erminio-Monza; Livorno-Arzachena; Olbia-Lucchese; Pistoiese-Carrarese; Pontedera-Pisa; Pro Piacenza-Piacenza ore 14,30.

RIPOSA : Viterbese.

—————————–

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »