energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sestese fermata dal Vicchio: orgoglio Porta Romana, da 2 – 0 a 2 – 3 Calcio, Sport

La Sestese viene bloccata in casa contro il Vicchio sul risultato di 1 a 1. La compagine fiorentina ha provato a rispondere alla bruciante sconfitta rimediata la scorsa settimana contro il San Giovanni Valdarno, ma il Vicchio ha tenuto testa e non si è fatto sorprendere.

L’allenatore Fabio Zuccaro cambia qualcosa rispetto alla scorsa giornata. Nei titolari non si vedono Marzierli, Ravanelli, Bettazzi e lo squalificato Biondi. Al loro posto De Felice, Aldrovandi, Francini e Orlando. La squadra è giovane, totalmente nuova, e serve tempo per ingranare e trovare il giusto equilbrio in campionato.

Il Vicchio è, invece, al momento, una parziale rivelazione. Nelle prime 4 giornate non ha mai perso e viene da una buona vittoria in casa contro il Soci per 2 a 1. Può diventare un ospite sgradito se mantiene l’entusiasmo e il carattere espresso fin da inizio campionato.

Partita che inizia con 7 minuti di ritardo. Pronti via, e dopo 5 minuti i Sestesi vanno in gol, ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. Bello, comunque, il gesto tecnico di Vezzi che, su calcio di punizione battuto da Laurenzi, aveva staccato e colpito di testa.

Passano i minuti e la partita è piuttosto equilibrata. Ancora la Sestese ha l’opportunità di segnare al 16’: il numero 8, Lumini, si trova solo davanti al portiere con la palla che gli rimbalza davanti, ma tocca il pallone con troppa forza spedendolo alto. Il giocatore recrimina per una leggera spinta subita dal difensore del Vicchio, ma l’impressione è che il sestese abbia semplicemente fallito una facile occasione.

Reazione della squadra ospite, che da lontano prova ad impensierire Leoni con un tiro da 40 metri di Vivoli. Bel tiro e ottima risposta dell’estremo difensore che in tutto l’arco della partita apparirà sempre attento e reattivo.

Sono passati 25 minuti dal fischio iniziale del Signor Bertelli della Sezione di Busto Arsizio, e la partita sta crescendo d’intensità e d’agonismo. Il primo grande brivido scorre lungo la schiena sestese quando il numero 10 del Vicchio, Zeni, viene atterrato al limite dell’area. La posizione è ottimale per uno specialista e a tale nome risponde Giannelli: sinistro perfetto, ma la Sestese viene salvata dalla traversa che respinge il pallone sul campo.

Passano due minuti e il Vicchio fa 0 a 1.  Sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra, Zeni incrocia di piatto, lasciato colpevolmente libero di segnare dalla retroguardia rossoblu.

La Sestese prova a reagire, ma non riesce a esprimere un gioco pulito e appare in difficoltà, mentre il pubblico di casa rumoreggia.

Il pareggio dei padroni di casa arriva sempre da calcio piazzato, al minuto 43. Orlandi, che fino a quel momento era apparso un po’ in ombra, raccoglie un pallone vagante in mezzo all’area ospite e insacca con decisione. L’1 a 1 restituisce morale e rappresenta una vera e propria boccata d’ossigeno per la Sestese. Si va negli spogliatoi in parità.

Nel secondo tempo cambia la trama della partita. I Sestesi rientrano in campo con più determinazione e nei contrasti sono più decisi e motivati. Al contrario, gli ospiti sembrano perdere la verve del primo tempo e subiscono nei primi minuti le avanzate avversarie.

Al 50’esimo Vettori, uno dei migliori della gara, compie una serpentina tra i difensori avversari e mette il pallone nel mezzo, ma dopo un velo di Orlandi il tiro dell’attaccante è respinto da un ultimo difensore.

Ancora Sestese al 53’esimo, quando Orlandi sbaglia l’ultimo passaggio per servire Laurenzi che era solo davanti al portiere. Il Vicchio prova allora le sostituzioni, ma tutto rimane uguale: la Sestese ha ritrovato ordine e precisione negli interventi, mentre il Vicchio cerca di arginare le incursioni degli esterni rossoblu.

Le squadre spendono molte energie e non hanno alcuna intenzioni di fermarsi al pareggio, soprattutto la Sestese che vede la possibilità di conquistare bottino pieno.

Sul finale di partita ci sono altre occasioni, e si vede nell’area sestese qualche azione del Vicchio, ma il risultato rimane invariato. Da segnalare l’espulsione per proteste dell’allenatore della Sestese Fabio Zuccaro, contrario a una decisione arbitrale (effettivamente discutibile) per l’assegnazione di un calcio d’angolo agli ospiti.

Partita che termina con un calcio di punizione del Vicchio a cui risponde con un bel gesto tecnico l’estremo difensore Leoni. E’ il fotogramma finale di questa partita piacevole e piuttosto equilibrata.

 

Tabellini della gara:

 

Sestese: Leoni, Vettori, Sanni, Vezzi, De Felice, Aldrovandi, Francini, Lumini, Ferraro, Laurenzi, Orlando. A disp.Valenti, Ravenelli, Bettazzi, Ghaderi, Terrafino, Giordani, Russo.   All.Zuccaro. 

 

Vicchio: Gori, Mannelli, Vivoli, Geri, Salti, Morrocchi, Malaj, Giannelli, Perugi, Zeni, Checcaglini. A disp. Biagioni, Camarà, Grazioso, Sadrat, Vallaj, Bambi, Giannoni.   All. Santoni (squalif.)


Reti: 27’ Zeni (V), 43’ Orlandi (S)

 

Sempre nel girone d’eccellenza segnaliamo la rimonta d’orgoglio del Porta Romana sul difficile campo della Sinalunghese. I ragazzi di Stefano Lacchi, andati sotto di due reti nei primi otto minuti di gara, hanno reagito con determinazione grazie ai gol di Conti, Muntuschi e Santini. Tutt’e tre i gol del Porta Romana sono frutto di azioni sviluppate sulla fascia da Laurenzi, il migliore dei suoi, e di uno spirito mai rinunciatario che ha permesso alla squadra fiorentina di portare a casa 3 punti che inorgogliscono e fanno morale.

 

Questi i tabellini della gara:

 

Porta Romana: Casini, Leoni, Esposito, Fioravanti, Magi, Musotti, Varriale, Conti, Montuschi, Laurenzi.   All. Lacchi. 

Sinalunghese: Brandi, Giommarelli, Oliverio, Lovari, Calberi, Schillaci, Ligioni, Ippolito, Gaziano, Vasseur, Dongarrà.    All. Mr.Neri.

Reti: 3’ Dongarrà, 8’ Vasseur (S), 14’ Conti, 37’ Montuschi, 70’ Santini (P)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »