energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Settebello biancorosso alla Coupe de la Jeunesse Sport

Si arricchisce, e non di poco, la già folta pattuglia di atleti in Nazionale per la Società Canottieri “Firenze”. Ricapitolando: ai Mondiali Junior parteciperanno Jacopo Mancini, Neri Muccini, i fratelli Leonardo e Lorenzo Pietra Caprina, Lucrezia Fossi ed il timoniere Niccolò Mancusi; ai Mondiali Under 23 saranno in gara Beatrice Arcangiolini, Bernardo Nannini, Stefano Oppo e Pietro Zileri; Arcangiolini e Beatrice hanno poi anche grosse, grossissime chance di salire a fine agosto sull’aereo per i Mondiali Assoluti & Pesi Leggeri in Corea del Sud, essendo già entrambi nel giro della Nazionale maggiore. Si tratta di dieci atleti, che dovrebbero diventare undici grazie a Fabrizio Caselli, portacolori disabile del circolo del Ponte Vecchio che dovrebbe entrare nel giro dei convocati per i Mondiali Para-rowing. Come se non bastasse, dicevamo, la pattuglia si arricchisce. Piediluco, in Umbria, la sede del canottaggio in Italia, ha ospitato le Selezioni per la Coupe de la Jeunesse, la principale manifestazione remiera in Europa per le Nazionali Junior dopo Mondiali ed Europei di categoria. Una gara che da anni vede i canottieri fiorentini tra i protagonisti, e l’edizione 2013, nel tempio del canottaggio mondiale, il Rotsee di Lucerna in Svizzera, dal 2 al 4 agosto, non farà eccezione. Le gare selettive di Piediluco infatti hanno visto nella regata del quattro con il successo dell’imbarcazione targata Canottieri “Firenze”: Lapo Corenich, Pietro Susini, Matteo Pola, Dario Favilli e il timoniere Edoardo Merenda, battendo due equipaggi misti hanno strappato il pass per la Coupe. 

E la convocazione per l’evento di Lucerna non riguarda solo questi cinque, perché in veste di riserve del gruppo dovrebbero vestire l’azzurro anche Edoardo Bellisario e Guido Scalini, che a casa nel corso delle ultime settimane di allenamento avranno anche la possibilità di giocarsi il posto sul quattro con. Con questi nuovi sette azzurri, è impressionante l’apporto alla Nazionale della Canottieri “Firenze” nel 2013: sono diciotto i fiorentini in Nazionale, presenti in ogni manifestazione e in ogni categoria. Un risultato straordinario che non ha eguali nella lunga e gloriosa storia del club remiero biancorosso.

 

E a proposito del Wembley del canottaggio, il Rotsee di Lucerna, nel weekend appena trascorso il biancorosso Stefano Oppo vi ha gareggiato nella tappa di Coppa del Mondo più importante della stagione con il quattro senza Pesi Leggeri assieme a Paolo Di Girolamo delle Fiamme Gialle, Guido Gravina del Cerea di Torino e Giorgio Tuccinardi della Forestale. Stefano, nativo di Oristano ma alla “Firenze” dalla passata stagione e con i cui colori ha già vinto vari titoli italiani oltre all’oro iridato Junior 2012 in quattro senza, è arrivato dodicesimo, sesto in finale B. Un piazzamento comunque importante per due motivi. Il primo è che la piccola finale che l’ha visto protagonista è stata tiratissima, con tutti gli equipaggi, quello azzurro incluso, sulla stessa linea fino praticamente al rush finale; il secondo è che l’età media della barca, 22 anni (1985 Tuccinardi, 1992 Gravina, 1994 Oppo e Di Girolamo), fa solo ben sperare per il futuro

Nella foto canottaggio.org il timoniere Niccolò Mancusi sistema il numero d'acqua sul quattro con prima della regata selettiva

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »