energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Settimana della cultura: gli appuntamenti dell’Università di Siena STAMP - Università

Siena – Una mostra sul radar, un seminario-concerto, l’osservazione guidata della luna: l’Università di Siena partecipa con tante iniziative alla Settimana della Cultura in Toscana, in programma dal 9 al 19 ottobre.

Dal 9 al 17 ottobre sarà possibile visitare la mostra organizzata dal dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze matematiche “Il Radar: dalle origini ai giorni nostri” che illustra in un percorso di pannelli illustrativi fatto di immagini fotografiche ed esaurienti didascalie la storia del radar in Italia e il contributo dei due scienziati Ugo Tiberio e Nello Carrara al suo sviluppo. La mostra sarà aperta al pubblico e gratuita presso la sede del dipartimento, in via Roma 56, con orario 9-18, sabato e domenica esclusi. Martedì 14 ottobre, alle ore 16, sarà possibile partecipare ad una visita guidata dal professor Matteo Albani (per informazioni: matteo.albani@dii.unisi.it).

Sempre al dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze matematiche, giovedì 16 ottobre, alle ore 17, si terrà il seminario-concerto di Cristiano Bocci “Musica, Scienza e Creatività. Applicazione delle teorie scientifiche alla musica”. L’iniziativa si propone di spiegare il legame tra teorie matematiche, scoperte scientifiche e metodi compositivi nella musica moderna. Tramite ascolti guidati ed interventi musicali del professor Bocci, accompagnato al sax da Tobia Bondesan, verranno introdotti, in maniera semplice, gli aspetti matematici alla base delle più importanti sintesi sonore. Il pubblico, tramite esperimenti e attività guidate, avrà modo di interagire con i musicisti e, più in generale, con la materia sonora creata. Per informazioni: cristiano.bocci@gmail.com.

Il 9 ottobre, inoltre, l’Osservatorio astronomico dell’Università di Siena organizza una serata pubblica dedicata alla Luna, dalle scoperte di Galileo fino ai giorni nostri. A partire dalle ore 21, in via Roma 56, sarà possibile visitare la cupola che ospita l’Osservatorio al lavoro, e con i telescopi allestiti all’esterno sarà mostrata ai partecipanti la Luna, protagonista della serata con le sue montagne e i suoi crateri. La partecipazione è gratuita, ma a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria, online a questa pagina: http://luna9ottobre.eventbrite.it/ .

Print Friendly, PDF & Email

Translate »