energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fine settimana “fantasia” a Palazzuolo sul Senio Turismo

Palazzuolo sul Senio (Firenze) – Un fine settimana all’insegna dell’arte, del divertimento e della fantasia. Sono questi gli ingredienti principali che caratterizzeranno Palazzuolo sul Senio, perla di origine medievale nel cuore dell’Appennino Tosco Romagnolo, vivacissima dal punto di vista degli eventi che, in questo week-end, vedrà il suo appuntamento principale nella 6/a edizione del “Festival della Fantasia – Di Strada e di Borgo”. L’evento, organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di Palazzuolo e l’associazione “Palazzuolo per le arti”, si aprirà alle 15 di sabato 26 luglio con la “Compagnia Bromos”, composta da artisti itineranti, acrobati e giocolieri, che partendo dal ponte di Palazzuolo animeranno l’inizio della festa con acrobazie e giochi lungo le vie centrali del paese. La manifestazione dall’animo itinerante, ben si sposa con le caratteristiche degli artisti coinvolti e proseguirà nel parco riservato alle attività dei bambini, con il gruppo “Bimbobel”. Alle 18 quindi, in Piazza del Crocifisso, musica dal vivo con i percussionisti di “Tribal Percussion” che accompagneranno l’apertura della prima sera della rassegna, “In mezzo all’Arte” un vero e proprio “evento nell’evento” che creerà uno scenario d’arte contemporanea in Via di Mezzo. Questo primo appuntamento con la rassegna di arte all’aperto, dalle 18 alle 23, con musica e aperitivo, sarà dedicato in particolar modo alla ceramica, con artisti della scuola di Montelupo Fiorentino e dell’ ”Associazione Creativisopralamedia” che realizzeranno le proprie opere dal vivo. “In mezzo all’arte” tornerà poi per altri due appuntamenti il 23 agosto ed il 18 ottobre prossimi. Da segnalare ancora, nel corso della serata, anche la spettacolare animazione itinerante di “Mirandola”, artista costumista che si avvicinerà ai visitatori intrattenendoli con le proprie creazioni. E per tutta la serata proseguiranno, nelle vie del paese, spettacoli e intrattenimenti vari, concerti di gruppi musicali e teatranti che metteranno in scena le loro arti.

Il festival della Fantasia proseguirà domenica 27 luglio con una giornata principalmente dedicata ai più piccoli. Un’animazione permanente che si aprirà fin dalle 10 del mattino con Trucchi e Racconti Animati a cura di Marlena Sdruccioli e Alfredina Oriani. Nelle vie del borgo intanto proseguirà la festa con il passaggio di “Tinto”, caratteristico personaggio con il suo carretto e i suoi animali da corte che gentilmente omaggerà i bambini con la possibilità di un giro a bordo del suo “magico carro”. E poi la “Compagnia Bromos”, ancora per le vie del paese, continuerà a prodigarsi per l’allegria di tutti; lungo il fiume si esibirà la Scuola dei Madonnari, con un maestro ed il materiale a disposizione per chi voglia iniziarsi in questa arte. Dalle 16, nel parco dei bambini “Magic Bunny”, fantastico spettacolo con giochi ricordo e souvenir ed ancora gruppi musicali sparsi per il paese che si confonderanno tra giochi di acrobazie, colori e musica, accompagnate da tante specialità gastronomiche che uniscono la Toscana e la Romagna, per la gioia di turisti e villeggianti di ogni età.

Ma il fine settimana di Palazzuolo non si limiterà a questa importante due giorni. Già da domani infatti, giovedì 24 Luglio, e fino a domenica, si aprirà la Festa della Birra, a cura del Gruppo “Il Paradiso della cotoletta” nella bella cornice del Parco Fontana (presso la Casa del Villeggiante nel caso di maltempo). 4 giorni di aperitivi, buona birra e tanta musica con gli A 04 (new elettric jazz rock), Eusebio Martinelli & the Gipsy Abarth Orkestar (balkan folk), Boxerin Club (indierock) e The Woodwind sisters band.

Inoltre domenica (e fino a domenica 24 agosto) si apre la mostra fotografica “Stiluovo” presso la Sala Pagliazzi della Biblioteca Comunale, a cura dell’Associazione Culturale “Palazzuolo per le Arti”, che rende omaggio agli esercizi di stile di Raymond Queneau, tramite una interessante serie di foto di Andrea Braschi e Luca Mercatali. I due fotografi propongono una propria interpretazione della geniale idea di Queneau, partendo non dalle molteplici forme dell’unico oggetto, bensì dall’unico oggetto all’interno di molteplici forme, l’uovo, che ritroviamo introdotto nelle pitture dei più grandi maestri dell’arte.

Un week end dunque da vivere a 360° per conoscere, tra arte e divertimento, musica e gastronomia, un bellissimo angolo nel cuore della natura alto mugellana.
Per altre info www.palazzuoloturismo.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »