energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Settimana di grande freddo, domani nuvolosità in aumento Cronaca

Roma – Le previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. Il sistema frontale che si appresta a lasciare il mari a sud dell’Italia lascia residue condizioni di instabilità’ sulle regioni adriatiche e su quelle meridionali mentre il minimo in quota che lo supporta continua ad avvettare aria fredda dal nord Europa su tutto il Mediterraneo centrale. Al contempo, la pressione è in aumento sulle regioni centro settentrionali. Oggi poco nuvoloso, venti da moderati a forti, mari da agitati a mossi. Domani aumento della nuvolosità. Da mercoledì 31 dicembre principi di miglioramento, e  il 1° gennaio 2015 tempo pressochè sereno al nord, su Toscana, Lazio e settore occidentale dell’Umbria. Sabato 3 gennaio nuovo peggiornamento al Centro.

L’ondata di freddo e gelo del dopo Natale prosegue. Le temperature minime sono in marcata diminuzione al centro-sud e stazionarie al nord. Massime in diminuzione piu’ marcata al centro-sud. Venti: settentrionali da moderati a forti su gran parte del paese, salvo intensita’ piu’ attenuata in Pianura Padana e ulteriori rinforzi invece su Sardegna, Lazio, Campania e regioni del medio e basso Adriatico. Mari: tutti molto mossi o agitati, nella prima parte della giornata da molto agitato a grosso il medio e basso Adriatico e il Tirreno settentrionale e centrale.

Fino alla mezzanotte di oggi nel Centro e Sardegna nuvolosita’ variabile tendente a dissiparsi rapidamente sull’isola, salvo persistenza di isolati annuvolamenti sul versante orientale associati a deboli e locali piogge in mattinata. Cielo sereno o poco nuvoloso su Toscana, Lazio pur con qualche nube in piu’ sulle zone appenniniche del Lazio e sull’Umbria settore orientale dove fino al primo mattino saranno possibili isolati fiocchi di neve. Coperto su Marche, Abruzzo e Umbria orientale con nevicate a quote di bassa collina ma con tendenza a deciso miglioramento a iniziare dalle Marche settentrionali a partire dalla prima mattinata. Dalla sera-notte tendenza pero’ a un nuovo aumento della nuvolosita’ sulle Marche e Abruzzo con le prime deboli precipitazioni nevose sul litorale marchigiano settentrionale dalla tarda sera. Al Nord cielo sereno o poco nuvoloso su tutto il settentrione, ma con nuove nubi prevalentemente alte e sottili in transito sul Triveneto e sulla Lombardia nella mattinata. Annuvolamenti
piu’ compatti attesi sui versanti settentrionali delle alpi centrali ed orientali, nubi cui saranno associate deboli
nevicate che saranno pero’ localizzate soprattutto presso le zone di confine. Sud e Siclia. Su tutto il meridione nuvolosita’ irregolare a tratti intensa. Piogge e rovesci sparsi in particolare sulle regioni del basso versante tirrenico, sul Molise, Puglia garganica e zone appenniniche della Campania con possibili deboli nevicate che sul versante adriatico saranno a quote di bassa collina. Attenuazione dei fenomeni e della nuvolosita’ dal pomeriggio ad eccezione della bassa Calabria dove le piogge avranno carattere di persistenza. Sulla Sicilia molto nuvoloso o coperto sia sulle zone prossime alle coste settentrionali che orientali con precipitazioni che avranno prevalentemente carattere di rovescio o temporale e persisteranno fino alla tarda serata.

Tempo previsto per domani
Centro e Sardegna
: cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni adriatiche e sulla Sardegna, con precipitazioni sparse a carattere di rovescio o temporale sull’isola, piu’ abbondanti ed a carattere nevoso su Marche e Abruzzo anche a basse quote, con interessamento pomeridiano anche dell’Umbria e delle aree appenniniche laziali; poche nubi sulle restanti zone. Al  Nord nuvolosità diffusa sull’arco alpino soprattutto sulle aree di confine con nevicate sui rilievi di confine di Piemonte, Lombardia e Trentino-Alto Adige; prevalenza di decisi rasserenamenti sulle restanti zone salvo addensamenti piu’ compatti, dal pomeriggio, sui settori centrali di Piemonte, Lombardia e Triveneto, sulla Liguria e sulla parte piu’ orientale dell’Emilia-Romagna. Sud e Siclia: condizioni di maltempo su gran parte del territorio con deboli fenomeni, piu’ concentrati sulla Sicilia settentrionale dove risulteranno principalmente
temporaleschi; quota neve intorno ai 300 metri.   Temperature: in diminuzione sia nei valori massimi che
minimi. Venti: dai quadranti settentrionali su tutto il paese: da moderati a forti al centro-sud, deboli al nord con locali rinforzi sulla Liguria. Mari: da agitati a molto agitati il Tirreno, il mare e il canale di Sardegna; da mosso a molto mosso il mar Ligure; da molto mossi ad agitati i restanti bacini.

La settimana del grande freddo
Temperature : giornata ancora fredda con emperature destinate a diminuire soprattutto al centro ed al
sud. Venti: settentrionali da moderati a forti su gran parte del Paese, salvo intensita’ piu’ attenuata sulle regioni
nordoccidentali, gran parte della pianura padana e sull’arco alpino, mentre ulteriori decisi rinforzi si presenteranno suSardegna, Lazio, Campania e regioni adriatiche con bora sull’area di Trieste. Mari: tutti molto mossi o agitati,
localmente molto agitati il medio Adriatico e il Tirreno centro-meridionale settore ovest.

Centro e Sardegna: decise schiarite sulla Toscana, ad eccezione delle zone piu’ interne dove piu’ compatta risulterù  la nuvolosità, e sul Lazio, con particolare riferimento dalla zone costiere ed all’immediato entroterra. Cielo in prevalenza coperto sul resto del centro peninsulare con precipitazioni a
prevalente carattere nevoso, anche abbondanti, che su Marche ed Abruzzo raggiungeranno quote al livello del mare. La tendenza pero’ e’ per una graduale perdita di intensita’ delle precipitazioni nevose solo sulle Marche settentrionali.
Nuvolosita’ variabile alternata a schiarite con qualche nube in piu’ sul settore orientale dell’isola. A tali nubi potranno
essere associate precipitazioni che, nell’immediato entroterra montuoso, potranno assumere carattere nevoso.

Sud e Sicilia:  tempo ancora perturbato al meridione sia insulare che peninsulare con nevicate anche a quote al livello del mare su Molise e Puglia. Quota neve lievemente piu’ elevata nell’entroterra campano e lucano. Condizioni decisamente instabili tra Sicilia e Calabria meridionale con nevicate che interesseranno soprattutto il settore settentrionale dell’isola. Le schiarite saranno presenti sulle coste campane mentre in tarda nottata si assistera’ ad una intensificazione delle nevicate sempre sulla Sicilia.

A Nord nuvolosità diffusa sull’arco alpino soprattutto sulle aree di confine con nevicate che tenderanno ad attestarsi sui rilievi piu’ settentrionali di Piemonte, Lombardia e Trentino Alto Adige. Prevalenza di decisi rasserenamenti su tutto il resto del nord pur con un po’ di nuvolosita’ che tendera’ a presentarsi, dal pomeriggio, sui settori centrali di Piemonte, Lombardia e Triveneto, sulla Liguria e sulla parte piu’ orientale dell’Emilia Romagna. Tali nubi saranno scarsamente associate a fenomeni di rilievo.

Mercoledì 31: condizioni che tornano a stabilizzarsi al nord pur con nuvolosita’ presente durante la prima parte della giornata e locali nevicate sulle zone di confine centro-orientali. Tempo ancora perturbato al centro sud con nevicate a quote prossime al livello del mare sulle regioni adriatiche e tra Sicilia a Calabria. Prevalenza di schiarite tra Toscana e coste del Lazio. Venti ancora forti settentrionali un po’ ovunque e temperature in ulteriore diminuzione al centro-sud.
Giovedì 1 gennaio 2015: stabile e pressoche’ sereno al nord, su Toscana, Lazio e settore occidentale dell’Umbria. Nuvolosita’ piu’ diffusa sul resto del territorio con nevicate ancora presenti in area adriatica sull’Appennino meridionale e sulla Sicilia ma con tempo in miglioramento. venti forti al centro-sud e temperature in genere ancora rigide. Venerdì 2 sabato 3: migliora al sud e graduale peggioramento dal nord venerdi’ ed al centro nella giornata di sabato.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »