energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sfratti: a Firenze la Prefettura li sospende fino a settembre Cronaca

Dopo la triste vicenda di ieri, con babbo, mamma, figlio di 18 anni, figlia di 12 sfrattati in Borgo Santissimi Apostoli con l'intervento della forza pubblica, e rimasti per tre ore sotto il sole cocente prima che il Comune trovasse loro una prima sistemazione, dividendo la famiglia in due strutture diverse,  mamma e bimba in una struttura, padre e figlio all'albergo popolare, il Prefetto di Firenze, dopo la richiesta ufficiale fatta da Simone Porzio, segretario regionale del Sunia, ha deciso di sospendere tutti gli sfratti a Firenze dal 1° luglio al 30 settembre 2012. Una moratoria quindi di tre  mesi che dovrebbe permettere al Comune di Firenze di poter trovare delle sistemazioni.

La decisione è stata presa a conclusione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito stamani a Palazzo Medici Riccardi per verificare quali soluzioni adottare per fronteggiare una situazione fortemente aggravata dagli sfratti per morosità, sempre più numerosi a causa della cngiuntura economica. All’incontro, presieduto dal prefetto Luigi Varratta, hanno partecipato i responsabili provinciali delle Forze dell’ordine, l’assessore provinciale Antonella Coniglio, il vicesindaco di Firenze Dario Nardella e l’assessore Stefania Saccardi. Dopo aver esaminato la disponibilità delle strutture di accoglienza comunali che sono risultate tutte al limite della capienza e non possono dare ulteriore ricovero alle persone sfrattate, il Comitato ha disposto di sospendere per tre mesi l’esecutività degli sfratti in programma e di verificare, attraverso la costituzione di un gruppo di lavoro (di cui faranno parte Prefettura, Forze dell’ordine e Comune di Firenze) le situazioni connotate da maggior criticità economica, sia da parte degli inquilini che dei proprietari degli alloggi sotto sfratto, per l’assegnazione della quota riservata agli sfrattati degli alloggi in edilizia residenziale pubblica.

“Abbiamo valutato con attenzione la situazione – ha detto il prefetto Luigi Varratta al termine della riunione – con il preciso intento di tutelare gli sfrattati ma anche i proprietari delle case, per i quali gli affitti sono spesso indispensabili fonti di reddito. La sospensione è stata decisa per consentire al nuovo gruppo di lavoro di bilanciare le esigenze di tutti"

Al momento sono 134 gli appartamenti di proprietà comunale vuoti in attesa di ristrutturazione, e poi di assegnazione.

“L'ufficio emergenza casa del Comune – sottolinea Porzio – è nel caos. Nel mese di giugno gli sfratti programmati con forza pubblica sono stati 90. Numero che non permette nessun tipo di programmazione per le case da assegnare, visti anche i ritardi con cui si stanno consegnando le 134 abitazioni sfitte che devono essere ristrutturate”.

Oggi il Sunia ha incontrato il neo assessore alla casa Stefania Saccardi a cui ha rinnovato la richiesta di istituire “un tavolo di coordinamento permanente sull’emergenza sfratti, con rappresentanti dei servizi sociali, dei quartieri e dei sindacati inquilini per governare e programmare in maniera condivisa la questione, coordinando soprattutto l’attività con gli ufficiali giudiziari, la Prefettura e il Tribunale dell’esecuzioni”. La crisi imperversa e quasi 56 mila famiglie italiane nel 2011 sono state colpite da un provvedimento di sfratto per morosità. Il dato, ancora incompleto, è del ministero degli Interni ed è in linea con la situazione del 2010. Ma in cinque anni, dal 2006 al 2011, partendo cioè prima della crisi, gli sfratti per morosità sono aumentati del 64%. Nel 2006 se ne contavano 33.893 contro i 55.543 del 2011. La difficolta' ad arrivare a fine mese, e anche ad onorare il canone di affitto, riguarda l'87% dei casi di sfratto che nel 2011, sempre secondo i primi dati ufficiali, sono stati complessivamente pari a 63.846. Solo 832 i provvedimenti di sfratto emessi invece per necessità del locatore; per finita locazione sono stati 7.471. Le richieste di esecuzione presentate all'Ufficiale giudiziario sono state 123.914, mentre gli sfratti eseguiti 28.641.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »