energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Prefetto sospende sfratti con forza pubblica Società

L'incontro avvenuto oggi fra sindacati inquilini (Sunia-Sicet-Uniat e Unione Inquilini), il Prefetto e le associazioni dei proprietari, si è chiuso con la decisione di Luigi Varratta, fortemente apprezzata dei sindacati, di sospendere l’esecuzione degli sfratti con la forza pubblica già a partire dal prossimo 9 dicembre e di prolungarne i termini fino alla fine di gennaio. Un lasso temporale che  consentirà alle parti in causa, vale a dire Prefettura, Corte d’appello, Tribunale, Comuni di Firenze e dell’area fiorentina, sindacati inquilini e associazioni della proprietà, « di porre le condizioni – come si legge nel comunicato congiunto dei sindacati degli inquilini – per dare piena attuazione alle normative regionali e nazionali per una graduazione ordinata e senza traumi delle prossime esecuzioni degli sfratti, in particolare quelli dovuti a morosità incolpevole ».

« Rispetto ad altre realtà nazionali – prosegue la nota – vi sono tutte le condizioni e le opportunità per rendere immediatamente efficace tale strumento, anche se ancora la normativa nazionale che conferisce ai prefetti la graduazione degli sfratti deve essere meglio perfezionata da un decreto non ancora approvato. In Toscana, soprattutto grazie al costante lavoro e alle pressioni dei sindacati inquilini, Regione e Comuni hanno avviato norme, bandi, provvedimenti comunali, finalizzati, sia alla definizione delle condizioni di sfratto per “morosità incolpevole”, sia alla individuazione dei cittadini che versano in questa condizione, anche attraverso la già costituita commissione per l’emergenza abitativa del LODE area fiorentina che  ha già disponibili circa 400,000 euro da destinare, come indennizzo e/o forma di sostegno, ai proprietari di alloggi condotti in locazione da famiglie in difficoltà economica”.

Tutti presupposti che potrebbero consentire, secondo l'augurio espresso dai sindacati, a tutte le parti in causa di offrire “il massimo sforzo per cercare finalmente di normalizzare l’emergenza sfratti che solo nella città di Firenze, conta una media di oltre 90 esecuzioni con forza pubblica il mese, con conseguenti situazioni di forte disagio e tensioni per migliaia di famiglie rimaste senza casa e senza lavoro”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »