energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Si allungano i tempi di rimozione della Concordia Cronaca

Difficile stabilire con certezza quando la Costa Concordia sarà rimossa dalle acque dell’isola del Giglio. Questo, in sostanza, quanto ribadito ieri, sabato 23 dicembre, nel canonico appuntamento fra l’Osservatorio sulla rimozione ed i cittadini gigliesi. Il crono programma dei lavori di rimozione del relitto prevedono che la Concordia venga portata via dal Giglio entro la fine dell’estate 2013, ma probabilmente la data dovrà essere spostata un po’ più in là, almeno a settembre. In realtà, ha spiegato Maria Sargentini, capo della Protezione Civile toscana e presidente dell’Osservatorio, i lavori procedono con intensità e sul relitto operano circa 400 persone fra addetti, tecnici e sommozzatori. Sulla nave naufragata il 13 gennaio i lavori vanno avanti sette giorni su sette e sono circa 20 i mezzi navali che supportano le operazioni di Titan Salvage e Micoperi, le due aziende che si occupano della rimozione della Concordia. Quello che fa temere che i tempi possano allungarsi, è il fatto che sulle operazioni incidono fattori ambientali non prevedibili. Non è escluso che possano verificarsi interruzioni dovute alle avverse condizioni meteo-marine e che alcune operazioni di tipo ingegneristico richiedano un ulteriore allungamento dei tempi.

Foto: http://www.arpat.toscana.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »