energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Si è arenata la caccia alle spoglie di Monna Lisa Cronaca

Interrotta dopo una prima sessione lo scorso anno, la ricerca, spiegò a inizio 2012 lo studioso responsabile dell'indagine Silvano Vinceti, doveva ripartire "entro marzo": ma a marzo non accadde niente. "Via ai lavori entro maggio", disse poco tempo dopo Stefano Giorgetti, l'assessore al patrimonio della Provincia, proprietaria del Sant'Orsola.
Ancora nulla. "Problemi burocratici, autorizzazioni ferme alle sovrintendenze", era stata la giustificazione. Fatto sta che ad oggi e' ancora tutto bloccato, e dele spoglie di Monna Lisa Gherardini, in Palazzo Medici Riccardi, si parla con un certo imbarazzo. Stamani, però, è stato lo stesso presidente della Provincia, Andrea Barducci, a tirare le somme di un'operazione che tanto bene, com'e' ormai evidente a tutti, non sta procedendo. "L'esito della prima sessione di scavi, non c'e' bisogno di dirlo, è stato negativo", ha tirato un sospiro il presidente – nondimeno, dovremmo presto ripartire con una seconda serie di scavi".
Presto quanto? Barducci non è stato in grado di rispondere con esattezza: "Forse prima dell'estate, forse dopo", ha ipotizzato. L'unica certezza, insomma, è che "adesso le autorizzazioni della Sovrintendenza ci sono". Per il resto, sembra proprio che i picconi, nel convento di Sant'Orsola, per ora non torneranno a spaccare pavimenti. E le ossa della povera Lisa, se li' sotto, da qualche parte riposano, potranno farlo in pace ancora per un po'.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »