energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Si scrive Pisa si legge Internet Festival Internet

C'è ancora un giorno di tempo per fare un salto nel futuro. E per farlo basta recarsi a Pisa, sede dell'ormai annuale Internet Festival, che per l'occasione si è tramutata in un sito web a grandezza di città. Cominciato il 4 ottobre il festival conta su ben 12 location interconnese fra loro, nelle quali saranno ospitati 200 relatori che hanno animato oltre 100 eventi fra incontri, workshop, contest, mostre, concerti e installazioni. Filoconduttore della 4 giorni pisana sono le “Forme di futuro”, come recita lo slogan dell'iniziativa. Al centro di tutte queste forme, principe indiscusso del futuro, Internet, del quale nei tanti eventi organizzati si cercheranno di comprendere orizzonti e tendenze. Mattatore spirituale della rassegna è "Googleo", una sorta di edizione 2.0 di Galileo Galilei (in foto). Dopo la lectio magistralis di Piergiorgio Oddifreddi, emozionante excursus sulla vita e le teorie dell'astronomo pisano, i visitatori hanno potuto saggiare le tre aree tematiche nelle quali è suddiviso l'Internet festival: Internet for Citizens, dedicata alle opportunità politiche di democrazia digitale offerte dalla rete; Internet for Makers, pensata a chi intende fare impresa sul web; Internet for Tellers, per chi ha sempre visto e vede nella rete un'opportunità maestra di libera espressione. Nell'ottica del festival a finire in primo piano è la partecipazione diretta del pubblico, che negli olter 100 eventi trova appositi spazi di comunicazione e relazione con i relatori. Il che significa laboratori interattivi, workshop e game conference, progettati per i più piccoli internauti.

Tra la miriade di piccole e grandi cose in scena al festival, spicca l'ampio spazio dedicato all'informazione ai tempi di Twitter e Facebook. Adatto ai giornalisti ma non solo, anche perché i social network sono ormai elemento di vita quotidiana per più di 20 milioni di italiani. Non un caso, quindi, che a primeggiare nei tanti incontri previsti siano proprio loro, con le loro molteplici applicazioni e le loro conseguenza sulla nostra socialità

Tanti i nomi promotori del festival. Regione Toscana, Comune di Pisa, Cnr, Registro .it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Associazione Festival della Scienza. Il direttore del Festival è Edoardo Fleischner, il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana. Anna Vaccarelli (Istituto di Informatica e Telematica Cnr) e Gianluigi Ferrari (Università di Pisa) coordinano rispettivamente il comitato esecutivo e quello scientifico.

http://www.internetfestival.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »