energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Siccità, i sindaci lanciano l’Sos Cronaca

“Il nostro territorio si trova in un equilibrio precario, tutte le fonti di approvvigionamento sono ai livelli minimi, ora più che mai è necessario porre attenzione alla riduzione dei consumi ed evitare inutili sprechi”. I sindaci Maurizio Semplici (Barberino Val d'Elsa), Sestilio Dirindelli (Tavarnelle Val di Pesa) e Massimiliano Pescini (San Casciano) continuano a lanciare l’allarme. Per affrontare il protrarsi del periodo siccitoso e il livello sempre più alto dei consumi registrato da Publiacqua, è necessario che i cittadini collaborino fattivamente. “Nonostante non si siano verificate precipitazioni sensibili dalla scorsa estate – proseguono – la situazione è ancora sostenibile: riusciamo a supportare i consumi grazie agli investimenti realizzati tra cui la Superstrada dell'Acqua e ad una distribuzione razionale della risorsa sul territorio; ma è proprio in questa fase che la popolazione è chiamata a dare un contributo fondamentale alla crisi idrica attenendosi rigorosamente ai divieti delle ordinanze, adottando criteri e accorgimenti per abbattere il più possibile il livello dei consumi e, qualora si verifichi un guasto, di segnalarlo tempestivamente a Publiacqua”.

Analizzando la situazione dei tre Comuni, emerge che, a differenza di San Casciano dove non si registrano particolari criticità se non nella frazione della Romola, Tavarnelle e Barberino si trovano in situazioni di costante peggioramento. Le autobotti integrano acqua portandola periodicamente alla centrale del Morrocco con l'obiettivo di tamponare le emergenze dei due territori e far fronte alle richieste che si incrementano nel fine settimana. La graduale diminuzione della risorsa è attestata dalla quantità d'acqua invasata da Bilancino: si è passati da 66 milioni di metri cubi nel luglio del 2010 agli attuali 46 milioni di metri cubi (nello stesso periodo del 2011 erano stati rilevati 62 milioni).

“Il collegamento a Bilancino senza il quale ci troveremmo in una situazione di forte crisi idrica già da un anno – aggiungono i sindaci – fa comprendere quanto importanti siano gli investimenti opportunamente programmati e realizzati nel nostro territorio”. Publiacqua sta realizzando e avvierà ulteriori interventi per risolvere l'attuale situazione di crisi, quali il potenziamento dell'impianto della Capannuccia che garantirà ulteriori 20 litri a secondo, la cui conclusione è prevista per fine settembre, e il potenziamento dell'adduttrice Impruneta Sibille, intervento quest'ultimo che sarà avviato a settembre e concluso entro l'anno. L'antico piezometro del Borghetto verrà sostituito entro l'estate del 2013 da un serbatoio più ampio. I Comuni di Barberino, San Casciano e Tavarnelle hanno anche intensificato i controlli nelle aree più sensibili del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »